Archivio per la Categoria ‘News’

scritto da in News

Regione NordestIl nordest brasiliano viene considerato una nazione interna al “continente Brasile”, tante le similarità geografiche e sociali che accomunano i paesi che ne fanno parte. Grande come Italia, Francia e Germania messe insieme, con un prodotto interno lordo superiore a quello di paesi come il Cile, negli ultimi anni è in crescita accelerata forte di un mercato interno costituito da più di cinquanta milioni di persone.

Vedi a seguire i fattori differenziali e i nuovi business.

FATTORI DIFFERENZIALI

Economia in crescente espansione – Negli ultimi anni il nordest si sta affermando oltre che nei settori tipici legati alle agro tecnologie e alla pesca, anche in settori ad alta tecnologia come l’informatica, gli acciai speciali e prodotti petrolchimici. Le esportazioni nordestine crescono e conquistano i mercati americani, asiatici ed europei con una vasta produzione di frutta, cereali e pesce sia fresco che industrializzato.

Posizione geografica privilegata – L’area geografica del nordest corrisponde alla zona più vicina al continente europeo ed africano e, grazie alle ottime infrastrutture portuali, citiamo soltanto i nuovi complessi di Pecem nel Ceará e Suape nel Pernambuco, una porta d’uscita privilegiate per tutti i continenti.

Ambiente propizio agli investimenti industriali – Oltre a alle buone infrastrutture, il nordest offre anche numerosi incentivi e linee di credito erogate da banche solidi come il BNB ed il BNDS. Per le attività da sviluppare nel semi-arido nordestino, vengono accordati ulteriori benefici fiscali.

Agro business – La produzione agricola brasiliana può superare quella statunitense nel prossimo decennio. É quanto affermano fonti delle Nazioni Unite. Il nordest é parte in causa di questo primato: suolo fertile e sole l’anno intero permettono un’alta produttività di soia, meloni, angurie, uva, cereali ed frutta tropicale. Si calcolano in circa dieci milioni gli ettari di terreno nordestino potenzialmente coltivabili in un futuro prossimo con riso, mais, soia ed altri cereali.

Clima e terreno favorevole – Con una alta meccanizzazione e l’uso di moderne biotecnologie unite ad un clima di perenne estate, il suolo del nordest, in gran parte pianeggiante ed accessibile, é in grado di ottenere raccolti record come dimostrato dal caffè baiano la cui produzione e più di tre volte superiore alla media nazionale.

Turismo – Con più di tremila chilometri di litorale, ottime infrastrutture, il nordest é diventato una meta turistica internazionale ed ha attratto l’attenzione dei grandi gruppi internazionali. Il programma governativo di sviluppo destinato alle risorse turistiche, PRODETUR, ha nella sua prima fase investito più di 600 milioni di dollari del BID (banco interamericano di sviluppo) ed é entrato da poco nella seconda fase, che prevede un ulteriore iniezione di 400 milioni di dollari in strutture complementari.

NUOVI BUSINESS

  • Pescicultura
  • Acquacultura
  • Floricoltura
  • Apicultura
  • Biotecnologie
  • Ristorazione e Hoteleria
  • Corsi di formazione professionale
  • Software e informatica
  • Marmo, Gesso e Granito

.

facebooktwittergoogle_pluspinterestlinkedinmail

scritto da in News

La neo creata Segreteria per la Micro e Piccola Impresa si propone di stimolare e rafforzare le aziende brasiliane di minore dimensioni

Brasil_bandeiraIl Presidente del Brasile, Dilma Rousseff, ha sottoscritto senza veti, il 28 marzo, la legge che ha creato la Segreteria per la Micro e Piccola Impresa. Il dipartimento, che è il 39° ministero a essere istituito, dovrebbe formulare le politiche e i programmi per il rafforzamento delle imprese di piccole dimensioni.

La segreteria userà una struttura già esistente che verrà spostata dal Ministero brasiliano dello Sviluppo, Industria e Commercio Estero (MDIC). Con questo nuovo dipartimento, tutte le assegnazioni che il MDIC attualmente possiede riguardo all’argomento passeranno al nuovo ministero, che sarà responsabile per l’incentivo, la formazione e la promozione della competitività e dell’innovazione nelle piccole imprese. La struttura deve inoltre aprire le porte per la partecipazione del settore nelle esportazioni del Paese.

Il progetto che ha creato la segreteria è stato approvato lo scorso 7 marzo dal Senato. Il Ministro che occuperà il dipartimento non è ancora stato scelto.

.

facebooktwittergoogle_pluspinterestlinkedinmail

scritto da in News

L’istituto bancario concentrerà le sue attività nel finanziamento nell’area delle infrastrutture del gruppo dei Paesi emergenti

BRICSIl gruppo BRICS (costituito dai Paesi emergenti Brasile, Russia, India, Cina e Sud Africa) ha riferito di aver iniziato le trattative per stabilire un accordo per la creazione di una banca di sviluppo per il finanziamento congiunturale di grandi progetti infrastrutturali. L’annuncio è stato fatto dal Ministro sudafricano delle Finanze, Pravin Gordhan, il 26 marzo, in occasione del 5° Vertice dei Paesi BRICS, tenutosi a Durban, in Sud Africa.

La banca BRICS vuole essere un’alternativa al Fondo Monetario Internazionale (FMI) e alla Banca Mondiale. L’idea era stata presentata lo scorso anno in occasione del vertice di New Delhi, in India, così come la creazione di un “centro di ricerca dei BRICS” e di un “Consiglio imprenditoriale dei BRICS”.

Durante l’incontro, il gruppo ha detto che l’istituto finanziario dovrebbe seguire gli stessi parametri della Banca Mondiale e finanziare il gruppo dei Paesi emergenti. Ogni nazione membro dovrà stanziare US$10 miliardi per costituire il capitale iniziale della nuova banca, per un totale di US$ 50 miliardi. La banca concentrerà le sue attività nel finanziamento delle infrastrutture.

Oltre alla creazione della banca, è stata discussa l’istituzione di un fondo, stimato a US$ 100 miliardi, per aiutare i Paesi in difficoltà economiche.

Nel 2012, il Prodotto Interno Lordo (PIL) dei BRICS ha raggiunto US$ 15 miliardi. Secondo i dati del FMI, il gruppo è responsabile per circa il 21% del PIL mondiale. I cinque Paesi occupano inoltre il 26% della superficie del pianeta e rappresentano il 42% della popolazione mondiale.

Il volume del flusso commerciale tra il Brasile e gli altri Paesi BRICS è quasi raddoppiato in quattro anni, passando da US$ 48 miliardi nel 2008 a US$ 95 miliardi nel 2012. L’anno scorso, la Cina è diventata il principale partner commerciale del Brasile, superando gli Stati Uniti.

Hanno partecipato al vertice di Durban, il Presidente brasiliano Dilma Rousseff, il Presidente cinese Xi Jingping, il Presidente russo Vladimir Putin, il Presidente sudafricano Jacob Zuma e il Primo Ministro indiano Manmohan Singh.

Alla chiusura del Vertice, i cinque Paesi hanno informato che affronteranno nuovamente il tema nel corso della riunione del G20 (gruppo delle potenze industrializzate ed emergenti) in programma a San Pietroburgo, in Russia, nel prossimo settembre.

.

facebooktwittergoogle_pluspinterestlinkedinmail

scritto da in News

telefonia mobile

Il Paese rappresenta uno dei più grandi mercati di telefonia cellulare a livello mondiale

Il Brasile ha chiuso il mese di febbraio con oltre 263 milioni di linee attive, per una tele-densità mobile di 133,25 linee ogni 100 abitanti. Solo nel secondo mese dell’anno, ci sono stati più di 785,75 mila nuove registrazioni, il che rappresenta un aumento dello 0,30% di utenti rispetto a gennaio.

Secondo i dati diffusi venerdì 22 marzo dall’Agenzia Brasiliana per le Telecomunicazioni (Anatel), la maggior parte delle linee registrate nel mese di febbraio (80,27%) riguardano le pre-pagate e il 19,73% le post-pagate. I terminali di banda larga mobile totalizzano  65,7 milioni di accessi.

Tra le principale aziende in cima alla lista del mercato brasiliano della telefonia mobile nel mese di febbraio vi sono: Vivo (28,83%), seguita da TIM (26,88%), Claro (25,12%) e Oi (18,83%).

Il Distretto Federale è l’unità della federazione con più cellulari per numero di residenti: 218,58 linee attive ogni 100 abitanti. Lo Stato con la più bassa tele-densità è il Maranhão, con 91 linee di telefonia mobile ogni 100 abitanti.

.

facebooktwittergoogle_pluspinterestlinkedinmail

scritto da in News

ExpoVinisLo Spazio Italia presenterà il meglio della produzione vinicola e olivicola italiana dal 24 al 26 aprile, a San Paolo

Si preannuncia una partecipazione in grande stile per l’Italia a ExpoVinis Brasil 2013, che si terrà a San Paolo dal 24 al 26 aprile. La presenza dei produttori italiani al 17° Salone del vino è coordinata dalla Camera Italo-Brasiliana di Commercio e Industria di Rio de Janeiro e sostenuta dalla Ambasciata d’Italia a Brasilia.

ExpoVinis Brasil è il salone del vino più importante in America Latina, un punto di riferimento del settore, in cui sono presentate le migliori produzioni da tutto il mondo, dai Paesi più conosciuti come Italia, Francia, Spagna e Cile, ai meno come Serbia e Bolivia, oltre il meglio della produzione nazionale. L’evento offre inoltre degustazioni e il concorso Top Ten: i 10 migliori vini del Salone.

Lo Spazio Italia, curato dalla CCIE di Rio de Janeiro per il 5° anno consecutivo, sarà strutturato in tre ampi stand che presenteranno il meglio della produzione vinicola e olivicola italiana, garantendole grande visibilità.

Nel 2012 erano presenti in questo spazio oltre 70 aziende vinicole di quasi tutte le regioni italiane, tra cui, in particolare, Veneto, Puglia, Piemonte, Toscana e Sicilia. Per le aziende italiane, la fiera rappresenta un appuntamento importante, in quanto negli ultimi anni il Brasile ha presentato una crescita significativa delle importazioni di vino italiano, ancora più in valore che in volume, mostrando così una propensione a migliorare la qualità nel consumo.

.

facebooktwittergoogle_pluspinterestlinkedinmail

scritto da in News

ExpoMilano_2015_bandiere

Il Paese Sudamericano è la 124a nazione a confermare la presenza all’evento mondiale

Anche il Brasile ha risposto all’appello di Expo Milano 2015. La Presidente del Brasile Dilma Rousseff ha confermato al suo omologo italiano, Mario Monti, che il Paese verde-oro parteciperà alla Esposizione Universale che si terrà a Milano nel 2015. L’evento tratterà le questioni relative all’alimentazione globale. Con l’adesione brasiliana, seguita da quella della Repubblica Centrafricana,  il numero di Paesi confermati sale a 125.

“Il tema di Expo 2015 ‘Nutrire il Pianeta, Energia per la Vita’ pone al centro dell’attenzione internazionale la più rilevante questione del nostro tempo: come garantire adeguato e sicuro accesso alle risorse alimentari per una popolazione sempre più numerosa ed esigente”, ha sottolineato Monti.

Secondo il Presidente del Consiglio, la conferma dell’adesione brasiliana aggiunge all’Expo un grande protagonista della vita internazionale. “Questa importante decisione – ha affermato Monti – rinnova l’antica e profonda amicizia tra Italia e Brasile”.

L’Amministratore Delegato di Expo 2015, Giuseppe Sala, ha spiegato che la conferma della presenza del Brasile all’evento è un importante risultato. “Da oggi possiamo contare sull’impegno, sulla collaborazione e sull’iniziativa di tutti i Paesi BRIC [Brasile, Russia, India e Cina]”

Sala ha evidenziato inoltre che, in questo contesto, il Brasile rappresenta un Paese strategico. “Oltre a essere uno dei principali rappresentanti della cultura e della ricca tradizione agro-alimentare dell’America Latina, sarà di grande aiuto e supporto nello sviluppo dei percorsi tematici che si snoderanno nel sito espositivo”..

facebooktwittergoogle_pluspinterestlinkedinmail

scritto da in News

Renata BuenoCon una lettera semplice ma entusiasmante Renata Bueno, la neo deputata al Parlamento italiano eletta nella lista dell´ USEI – Unione Sudamericana degli Emigranti Italiani – ringrazia tutti coloro che l´hanno votata nelle recenti consultazioni elettorali. “ Si tratta di una vittoria storica” scrive Renata “ a partire dal 12 marzo sarò la prima brasiliana ad occupare uno scanno nel Parlamento italiano, portando così in Italia  la voce della comunità  italo-sudamericana in generale e brasiliana, in particolare” conclude.

Ringrazia ancora nello stesso messaggio tutto lo staff che ha egregiamente lavorato per lei durante la campagna elettorale e naturalmente, per l´appoggio ricevuto, il nostro carissimo amico Edoardo Pollastri, la cui esperienza politica sarà per lei una guida sicura nella prima esperienza parlamentare in Italia.

.

facebooktwittergoogle_pluspinterestlinkedinmail

scritto da in News

.

facebooktwittergoogle_pluspinterestlinkedinmail

scritto da in News

img12

A seguito delle continue segnalazioni da parte di cittadini italiani che hanno effettuato investimenti immobiliari in Brasile (case, appartamenti, terreni), e che non hanno ancora perfezionato l’atto notarile di acquisto per vari motivi non legati alla loro volontà, informiamo che ASSOIBRA ha istituito un ufficio apposito in Italia e in Brasile per permettere la regolarizzazione dell’acquisto.

Ricordiamo che il mancato rogito notarile preclude l’effettiva proprietà  degli immobili, con tutti i rischi connessi.

Per informazioni si prega contattare telefonicamente il nostro ufficio internazionale o a mezzo e-mail segreteria.italia@assoibra.it .

.

facebooktwittergoogle_pluspinterestlinkedinmail

scritto da in News

img31

Nella sua ottava edizione, “Goal to Brasil” arriva a Milano per promuovere il turismo verde-oro e le 12 città ospitanti dei Mondiali di Calcio del 2014

Lo scorso 5 febbraio, l’Italia ha ricevuto l’8a edizione del progetto Goal to Brasil, evento di promozione delle destinazioni brasiliane all’estero, realizzato da Embratur (Istituto Brasiliano di Turismo). Durante l’iniziativa, sono stati presentati alle varie agenzie di viaggio i diversi tour turistici che saranno offerti al pubblico che visiterà il Brasile in occasione della Coppa del Mondo 2014. In ogni edizione, uno Stato ha più spazio per presentare le proprie destinazioni turistiche. A Milano, l’ospite d’onore è stato il Rio Grande do Norte, in particolare la sua capitale, Natal.

Alla chiusura della programmazione si è svolto il “Vivência Brasileira”, un momento in cui gli ospiti possono imparare di più sulla cultura e sulla gastronomia del Rio Grande do Norte. Il menu è stato preparato dagli chef Dalton Rangel, Monica Rangel e Dona Dalva. Per sottolineare gli aspetti culturali dello Stato c’è stata la presentazione della cantante Camila Masiso, in un repertorio in onore di Luiz Gonzaga.

Le prossime edizioni del progetto Goal to Brasil verranno presentate in Germania (Francoforte), Inghilterra (Londra), Perù (Lima), Uruguay (Montevideo), Messico (Città del Messico) e Stati Uniti (New York). Le precedenti edizioni sono passate in Cile (Santiago), Colombia (Bogotà), Argentina (Buenos Aires), Francia (Parigi), Portogallo (Lisbona), Canada (Toronto) e Spagna (Madrid).

L’azione è stata realizzata in collaborazione con il Ministero del Turismo, il Ministero dello Sport, il Ministero degli Affari Esteri/Ambasciate del Brasile, il Governo degli Stati (segreterie comunali e statali del turismo e delle città ospitanti della Coppa del Mondo FIFA 2014).

Nel 2011, l’Italia è stato il 5° Paese per presenza turistica in Brasile: sono stati 229.484 gli italiani che hanno visitato il Paese sudamericano. Le ragioni principali dei viaggi erano per turismo (37,6%) e per business ed eventi (21,6%). L’indagine di Embratur ha inoltre mostrato che circa il 97% degli italiani che hanno visitato il Brasile hanno intenzione di tornare in futuro.

.

facebooktwittergoogle_pluspinterestlinkedinmail

scritto da in News

img30

 

Le azioni sono rivolte principalmente alle opere negli stadi, alla mobilità urbana, al trasporto e alla sicurezza

Manca poco più di un anno per i Mondiali di Calcio FIFA 2014 e il Ministero brasiliano dello Sport ha evidenziato le principali azioni adottate dal Governo Federale per la preparazione della manifestazione. Lo stato di avanzamento dei lavori negli stadi, la mobilità urbana e dei trasporti sono alcune aree di maggiore importanza per il Paese.

Secondo il Ministro Aldo Rebelo, responsabile del coordinamento delle azioni di governo per l’evento, i Mondiali del 2014 e le Olimpiadi del 2016 creeranno insieme 3,6 milioni di nuovi posti di lavoro. “Il Brasile riceve la Coppa del Mondo per offrire non solo una celebrazione, ma un esempio di organizzazione”.

Nel delineare la situazione attuale del Paese e la preparazione per i Mondiali 2014, Rebelo conta sugli investimenti nazionali e stranieri che contribuiscono allo sviluppo turistico del Brasile, principalmente nelle città che ospiteranno la manifestazione sportiva. “Queste località diventeranno destinazioni scelte non solo dai turisti, ma da importanti eventi nazionali ed internazionali. Le città migliorano le infrastrutture, i servizi alberghieri e turistici in generale. La Coppa è già una realtà, crea posti di lavoro, migliora il reddito delle persone e la situazione del Brasile come destinazione turistica nel mondo”, sottolinea Rebelo.

Gli stadi Mineirão a Belo Horizonte (Minas Gerais), e Castelão a Fortaleza (Ceará), sono già stati finalizzati. Nelle altre quattro città ospitanti della Confederation Cup 2013, si stima che le arene siano ultimate entro aprile. Il programma prevede che entro dicembre gli altri sei stati rimanenti che ospiteranno i Mondiali siano completati.

Secondo le informazioni di Infraero, l’attuale capacità di nove dei 13 aeroporti legati alla Coppa del Mondo – escluso Guarulhos, Brasília,Viracopos e São Gonçalo do Amarante, che sono stati affidati in concessione – è di 93,3 milioni di passeggeri all’anno. La domanda prevista per il 2014, che comprende i movimenti derivati del Mondiale, è stimato a 79,7 milioni passeggeri nei nove terminal. Tra le risorse pubbliche e private devono essere investiti R$ 6.2 miliardi per raggiungere la capacità prevista di 147,4 milioni di passeggeri l’anno, a partire dal 2014.

Inoltre, circa R$1,2 miliardi devono essere assegnati alle azioni di pubblica sicurezza della polizia nei grandi eventi, al controllo del flusso nei confini territoriali e all’integrazione delle istituzioni.

.

facebooktwittergoogle_pluspinterestlinkedinmail

scritto da in News

img29
Le delegazioni di imprenditori brasiliani parteciperanno al Vinitaly e al Salone del Mobile

Il calendario delle fiere italiane offre buone opzioni per gli imprenditori brasiliani nel prossimo mese di aprile. La Camera Italiana di Commercio ed Industria di Santa Catarina ha aperto le iscrizioni per l’organizzazione di gruppi interessati alla ricerca di opportunità nel settore del vino e dei distillati e nel settore dei mobili.

Il Salone Internazionale del Vino e dei Distillati – Vinitaly si terrà dal 7 al 10 aprile a Verona. La manifestazione è nella sua 47a edizione ed è considerata il più importante appuntamento del settore enogastronomico a livello mondiale. Tradizionalmente, presenta programmi di degustazioni, concorsi, incontri, dibattiti, workshop e tavoli tematici. Fattori che rendono Vinitaly il polo mondiale della vitivinicoltura e dell’enologia, oltre ad un osservatorio privilegiato sullo stato attuale e sulle tendenze e le direzioni del mercato dei vini e dei distillati in tutto il mondo.

L’iniziativa è una delle attività promozionali del Desk Agroalimentare della Camera Italiana di Santa Catarina, che funge da centro di informazione per gli imprenditori e i consumatori interessati al tema della gastronomia e dei tipici prodotti italiani; promuove il consumo di prodotti DOP e IGP; divulga gli eventi del settore e favorisce la creazione di opportunità di business per le aziende e le istituzioni del settore.

Il Desk Agroalimentare lavora inoltre nel processo di certificazione dei ristoranti in Brasile. La Camera esegue visite tecniche per certificare i ristoranti tipici italiani con il “Marchio Ospitalità Italiana”, che entreranno a far parte della rete dei ristoranti italiani nel mondo, che conta già 1.113 locali certificati.

Il Salone Internazionale del Mobile si svolgerà a Milano, dal 9 al 14 aprile. Di cadenza annuale, è giunto alla 52a edizione con molte novità. Le tendenze del settore saranno presentate in diversi spazi (cucina, bagno, soggiorno, camera da letto, ufficio). L’evento è noto in tutto il mondo per lanciare le tendenze in materia di design di mobili e decorazione.

La fiera è dedicata ai professionisti che sono alla ricerca di nuovi materiali e nuove tecnologie per sviluppare soluzioni confortevoli ed efficienti, nel rispetto dell’uomo e dell’ambiente. Parallelamente al Salone del Mobile, si svolgeranno i seguenti saloni: Salone Internazionale del Complemento d’Arredo, Salone Satellite, Euroluce e Salone Ufficio.

Nel 2012, il Salone Internazionale del Mobile ha ricevuto circa 293 mila visitatori, di cui 189 mila erano stranieri, e ha visto 965 espositori italiani e 290 stranieri, su una superficie espositiva di 143.131 mq.

Per ulteriori informazioni su come partecipare agli eventi e i dettagli dei pacchetti di viaggio, è possibile contattare la Camera Italiana di Santa Catarina (e-mail: camit@brasileitalia.com.br o telefono +55 (48) 3027 2710). Le adesioni possono essere effettuate fino a metà marzo.

.

facebooktwittergoogle_pluspinterestlinkedinmail

scritto da in News

img28

 

Il Paese presenterà i progetti infrastrutturali e le concessioni di ferrovie e autostrade

Il Brasile realizza all’estero workshop per presentare progetti di infrastrutture e attrarre capitali per le nuove opere. Dopo l’annuncio di una serie di concessioni stradali, ferroviarie, portuali e aeroportuali, la Presidente Dilma Rousseff vuole la garanzia che non mancheranno investitori interessati ai progetti. A tal fine, il governo brasiliano sta organizzando un circuito di presentazioni dei programmi di infrastrutture, resi noti lo scorso anno, e dei benefici offerti in Brasile per coloro che vogliono investire. L’iniziativa è stata lanciata lo scorso 5 febbraio, a San Paolo. Il circuito farà inoltre tappa a New York (26/2) e a Londra (1/3).

Il Ministro delle Finanze, Guido Mantega, interverrà alle presentazioni di apertura dei seminari in tre città, illustrando il panorama macroeconomico e il potenziale di investimento in Brasile.

Le presentazioni tecniche sui progetti di infrastrutture verranno illustrate dal Presidente dell’Azienda Brasiliana di Pianificazione Logistica (EPL), Bernardo Figueiredo; dal Segretario di petrolio e gas del Ministero delle Miniere e dell’Energia, Marco Antonio Martins Almeida; e dal Presidente della Azienda di Ricerca Energetica (EPE), Maurício Tolmasquim.

La serie di eventi dal titolo “Infrastruttura ed Energia in Brasile: progetti, finanziamenti e opportunità” si propone di presentare agli investitori nazionali ed internazionali le grandi opportunità per gli investimenti nell’area delle infrastrutture e illustrare le principali questioni circa i progetti, le aste e come devono procedere gli investitori interessati a queste opportunità di investimento.

.

facebooktwittergoogle_pluspinterestlinkedinmail

scritto da in News

img15

Il numero è cresciuto del 3,54% rispetto al 2011. Il gruppo che ha presentato il maggior incremento è stato quello dei professionisti altamente qualificati

Nel 2012, il Brasile ha concesso 73.022 autorizzazioni di visti per gli stranieri, di cui 64.682 erano temporanei e 8.340 permanenti. Il numero di stranieri che hanno ottenuto visti per lavorare nel Paese lo scorso anno è cresciuto del 3,54% rispetto al 2011. I dati sono stati resi noti a fine gennaio dal Coordinamento Generale dell’Immigrazione (CGIg) del Ministero brasiliano del Lavoro e dell’Occupazione (MTE). Tra i Paesi in cima alla classifica figurano: Stati Uniti (9.209 visti), seguito dalle Filippine (5.179) e ad Haiti (4.860). L’Italia appare in ottava posizione con 3.065 autorizzazioni.

Tra i permessi temporanei, il visto destinato al professionale con vincolo lavorativo in Brasile è cresciuto del 26% rispetto al 2011. Questi professionisti sono altamente qualificati e scelgono il Brasile per lavori di gestione e di supervisione delle aziende che richiedono conoscenza non disponibile a livello nazionale. Le aree principali sono ingegneria, tecnologia, analisi dei sistemi, di petrolio e di gas, costruzione edile e infrastrutture.

Per quanto riguarda il totale delle autorizzazioni temporanee, c’è stata una crescita del 23% dei professionisti stranieri correlati all’assistenza tecnica, con 19.990 professionisti nel 2012. Questa crescita è dovuta all’aumento della domanda di macchinari, attrezzature e trasferimento tecnologico alle imprese in Brasile.

Tra il 2011 e il 2012 c’è stato un aumento del 9,5% nelle autorizzati temporanee destinate ai professionisti con specializzazione. Questo è uno dei gruppi con più rapida crescita in numero relativo in Brasile.

A causa della domanda di lavoratori stranieri qualificati in Brasile, il CGIg cerca di semplificare il processo per ottenere un permesso di lavoro. Per questo, è stato istituito il Registro Elettronico di Aziende richiedenti di professionisti stranieri, riducendo il numero di documenti necessari per la domanda di visto.

Il nuovo sistema di immigrazione consentirà di effettuare la procedura interamente online, con documenti inviati per via elettronica con la certificazione digitale. Il sistema, che è in fase finale di realizzazione, permetterà una riduzione dei tempi di lavorazione; oggi la media è di 22 giorni.

.

facebooktwittergoogle_pluspinterestlinkedinmail

scritto da in News

img27

In missione in Germania, il comitato direttivo del progetto Green Silicon cerca di attrarre nuovi partner per sviluppare la tecnologia in Brasile e Paraguay

Nella ricerca di alternative per lo sviluppo del fotovoltaico in Brasile, i rappresentanti di Itaipu e di altre istituzioni che compongono il comitato direttivo del progetto Green Silicon sono stati la scorsa settimana a Baden-Württemberg, in Germania, per conoscere nel dettaglio la capacità tecnica e le politiche tedesche per l’energia solare.

La missione si propone di attrarre il governo e le istituzioni ivi installate a partecipare a uno studio di fattibilità tecnica ed economica per il dominio tecnico e di lavorazione del silicio in Brasile e in Paraguay, con l’obiettivo finale di produrre pannelli fotovoltaici.

Nel corso di otto giorni, la missione brasiliana e paraguayana ha visitato diverse aziende e centri tecnologici per conoscere e stabilire una concreta cooperazione per lo studio. “La futura realizzazione di questo importante progetto potrà permettere l’inserimento dell’energia solare fotovoltaica in Brasile e in Paraguay, verso il mercato di tutta l’America Latina”, ha detto Herlon Goelzer de Almeida, assistente della Direzione Generale di Itaipu Brasile.

Il Brasile è leader del mercato di esportazione di silicio grezzo (quarzo), componente principale per la produzione di pannelli fotovoltaici. Il progetto Green Silicon prevede lo sviluppo di tutta la filiera produttiva di pannelli solari fotovoltaici, del quarzo – principale materia prima – fino alla produzione finale di pannelli solari. Lo scorso novembre, l’Itaipu, il Governo dello Stato del Paraná e la Federazione delle Industrie dello Stato del Paraná (FIEP) hanno formalizzato l’accordo di cooperazione tecnica sul tema.

Il Brasile e il Paraguay presentano dei vantaggi che possono diventare vitali per l’avvio dell’industrializzazione di pannelli fotovoltaici integrati in questi Paesi, quali l’energia disponibile, il forte irraggiamento solare e la disponibilità delle risorse umane e delle materie prime.

.

facebooktwittergoogle_pluspinterestlinkedinmail

scritto da in News

img26

Appuntamento dal 18 al 20 marzo; adesioni aperte entro il prossimo 8 febbraio

“Giugiaro: 45 anni di design italiano” è il titolo della mostra che verrà inaugurata il prossimo 7 febbraio a San Paolo, presso il Museu da Casa Brasileira, organizzata dallo stesso museo e dalla Segretaria di Stato alla Cultura, in collaborazione con Star Edições Cinematográficas, Istituto Italiano di Cultura di San Paolo, ICE San Paolo, Wolkswagen, Ttrans.

L’esposizione mostra la traiettoria dei designer della famiglia Giugiaro, responsabili della creazione di molti oggetti che concorrono a formare quella che viene definita l’identità estetica italiana del XX secolo. Allestita in cinque sale del Museu da Casa Brasileira, sarà divisa in moduli dedicati ai vari progetti creati dall’impresa della famiglia, l’Italdesign Giugiaro, a partire dal 1968.

Alcuni esempi: la serie F delle macchine fotografiche Nikon e le automobili Golf e Passat. Obiettivo della mostra è raccontare al pubblico brasiliano il contributo importante dei designer Giugiaro, in particolare attraverso i progetti realizzati per l’industria automobilistica.

Per maggiori informazioni sulla mostra – che rimarrà aperta al pubblico fino al 31 marzo 2013 – è possibile visitare il sito: www.giugiaro45anosdedesignitaliano.com.

.

facebooktwittergoogle_pluspinterestlinkedinmail

scritto da in News

img25

Appuntamento dal 18 al 20 marzo; adesioni aperte entro il prossimo 8 febbraio

L’economia brasiliana è in forte crescita, sostenuta da una moneta forte e da esportazioni in aumento; in crescita anche la capacità di spesa soprattutto per la classe media, che rappresenta la metà della popolazione brasiliana.

Nonostante il momento congiunturale non facile, l’export di vino italiano continua a dare segnali di vitalità su gran parte dei mercati esteri. In particolare, il Brasile si conferma come primo mercato dell’America Meridionale con 13,7 milioni di euro in valore e 5 milioni di ettolitri in volume.

A fronte dei dati positivi relativi all’export si denota una scarsa conoscenza dell’offerta vinicola italiana e si intende dare avvio ad un progetto di approccio al mercato che affronti sia l’aspetto formativo del trade sia l’aspetto più prettamente commerciale. In occasione della Borsa dei Vini Italiani in Brasile, l’ufficio ICE di San Paolo provvederà ad invitare le categorie del settore commerciale: importatori, distributori, ristoratori, sommelier e giornalisti di settore.

Nella quota di partecipazione a carico delle aziende partecipanti sono inclusi i seguenti servizi: assegnazione di un tavolo completamente attrezzato (con tovaglia, cartello con nominativo dell’azienda, bicchieri, secchiello per il ghiaccio, spitoon e pane); predisposizione di un invito distribuito con largo anticipo agli operatori locali; realizzazione di un piano media su riviste settoriali per pubblicizzare l’iniziativa; realizzazione del catalogo dei partecipanti e dei vini in esposizione; realizzazione del catalogo on-line sul sito web che verrà creato appositamente; operazioni di sdoganamento, pratiche doganali e relativi costi.

La domanda di partecipazione , unitamente alla Scheda Aziendale, dovrà essere inviata via fax al numero 06-89280362, debitamente compilata, entro il termine ultimo di chiusura delle iscrizioni fissato per l’8 febbraio 2013. Per maggiori informazioni, è possibile contattare la sede dell’Agenzia ICE a Roma (rif. Maria Gilli – Fabrizio La Porta – Tel. 06.5992.9575 – 06.5992.6816 – vini@ice.it), oppure l’Ufficio ICE di San Paolo (rif. Emilio Pelizzon – Tel. +55.11.21487253-52 – sanpaolo@ice.it).

.

facebooktwittergoogle_pluspinterestlinkedinmail

scritto da in News

img24

L’ICE-Agenzia porta le aziende italiane al più importante appuntamento brasiliano dell’agrobusiness

L’ICE-Agenzia per la promozione all’estero e l’internazionalizzazione delle imprese italiane organizza la partecipazione collettiva italiana alla fiera Agrishow 2013 che si terrà a Ribeirão Preto dal 29 aprile al 3 maggio 2013. L’iniziativa si svolge nell’ambito del Piano Promozionale ed in collaborazione con FederUnacoma – Federazione Nazionale Costruttori Macchine per l’Agricoltura.

Il Brasile è uno dei pochi Paesi al mondo in grado di soddisfare la domanda mondiale di alimenti nei prossimi anni, grazie all’elevata porzione di territorio destinata all’agricoltura (circa 388 milioni di ettari). Il settore agricolo brasiliano ha grandi prospettive di crescita avendo già avviato nel corso degli ultimi anni un rapido e crescente processo di rinnovamento attraverso l’introduzione di tecnologie e attrezzature moderne, la cui disponibilità è divenuta maggiore grazie anche ad una più elevata propensione all’importazione di tecnologie straniere.

Agrishow si svolge nel periodo successivo alla raccolta dei prodotti agricoli nello Stato di San Paolo, dove è concentrato il 70% della produzione della meccanizzazione agricola brasiliana ed è rivolto ai soli operatori specializzati. La partecipazione italiana alla collettiva, quindi, ha come scopo principale quello di consolidare i contatti già acquisiti nel corso degli ultimi anni e crearne di nuovi.

L’ICE-Agenzia curerà l’allestimento di uno spazio espositivo di circa 900 mq complessivi situati in area centrale. Per partecipare, compilare ed inviare la domanda di adesione presente al sito ICE, via fax al numero 0689280353, o via email a macchineagricole@ice.it entro e non oltre il 31 gennaio 2013.

.

facebooktwittergoogle_pluspinterestlinkedinmail

scritto da in News

img23

L’annuncio è stato fatto all’inizio del mese dalla Farnesina

Raffaele Trombetta è il nuovo Ambasciatore d’Italia a Brasilia. Lo ha comunicato in una nota l’ufficio stampa della Farnesina. Nato a Napoli nel 1960 e laureato in Scienze politiche all’Università di Napoli, Trombetta entra in carriera diplomatica nel 1985 e la sua prima assegnazione è al Dipartimento per la Cooperazione allo Sviluppo. Dal 1987 al 1990 è Segretario commerciale a Bogotà, poi è assegnato a Londra con funzioni di Console. Nel 1995 rientra alla Farnesina dapprima con funzioni di Capo Segreteria della Direzione Generale per gli Affari Economici, poi al Gabinetto dell’On. Ministro con grado di Consigliere. Nel 1997 presta servizio alla Segreteria Generale e l’anno successivo è assegnato alla Rappresentanza permanente d’Italia presso l’UE in Bruxelles, dove viene confermato con funzioni di Primo Consigliere fino al 2002, anno in cui è inviato a Pechino. Nel 2006 è Capo della Segreteria particolare del Sottosegretario di Stato. Promosso al grado di Ministro plenipotenziario nel 2007, dal 2008 è Vice Direttore Generale per i Paesi dell’Asia, dell’Oceania, del Pacifico e l’Antartide e successivamente Vice Direttore Generale per l’Integrazione Europea. Dal 2010 ha ricoperto l’incarico di Vice Direttore Generale per l’Unione Europea/Direttore Centrale per l’Integrazione europea.

.

facebooktwittergoogle_pluspinterestlinkedinmail

scritto da in News

img22

La semplificazione beneficerà le vendite verso Unione Europea, Russia, Giappone, Svizzera, Turchia e Norvegia

La Segreteria del Commercio Estero (SECEX) del Ministero dello Sviluppo, Industria e Commercio Estero (MDIC) ha emesso la misura n°43/12 che semplifica le esportazioni verso i Paesi che concedono al Brasile il Sistema delle Preferenze Generalizzate (SPG) e richiedono il Modulo A, per ottenere la preferenza tariffaria per i prodotti di origine brasiliana. Il SPG è adottato dall’Unione Europea, Russia, Svizzera, Turchia, Norvegia e dal Giappone. Il decreto, pubblicato il 23 novembre, entrerà in vigore entro trenta giorni dalla sua pubblicazione. Secondo la nuova disposizione, i documenti necessari per l’esportazione sono: la fattura commerciale e la dichiarazione dell’origine del produttore. Il direttore del Dipartimento di Negoziazioni Internazionali di SECEX, Daniel Godinho, ha spiegato che l’obiettivo è quello di agevolare l’esportatore brasiliano, senza perdere il controllo sull’origine del prodotto: una condizione necessaria per la concessione del beneficio tariffario SGP. “Lavoriamo per ridurre al minimo i requisiti necessari per questo processo per far sì che l’esportatore sia più competitivo in tali mercati”, ha affermato. Per quanto riguarda le esportazioni brasiliane nel 2011 sostenute dal SGP per i Paesi che utilizzano il modulo A, guida la lista l’Unione Europea (US$ 3.892.028.531), seguita dalla Russia (US$ 1.790.347.427) e dal Giappone (US$ 745.549. 019).

.

facebooktwittergoogle_pluspinterestlinkedinmail

scritto da in News

img21

L’obiettivo è quello di facilitare il rapporto dell’imprenditore con il governo

Durante il 1° Simposio Brasiliano sulle Politiche Pubbliche per il Commercio e Servizi (Simbracs), il 28 e il 29 novembre, a Brasilia, il Governo Brasiliano lancerà il nuovo portale dell’imprenditore, che porterà strumenti più semplici per facilitare il rapporto tra l’imprenditore brasiliano con lo Stato. L’evento è coordinato dalla Segreteria del Commercio e dei Servizi (SCS) del Ministero dell’Industria e del Commercio Estero (MDIC), in collaborazione con l’Agenzia brasiliana per la promozione dell’esportazione e degli investimenti (Apex-Brasil), l’Agenzia brasiliana per lo Sviluppo Industriale (ABDI) ed il Servizio Brasiliano di Supporto alle Micro E Piccola Imprese (Sebrae). Al Simbracs si svolgeranno dibattiti su questioni relative al settore dei servizi; in programma inoltre un roadshow di presentazione sulle opportunità e sugli investimenti, con 13 Paesi stranieri. Il Segretario del Commercio e dei Servizi del MDIC, Humberto Ribeiro, intervistato dall’Agenzia Brasil, ha affermato che è la prima volta che il Governo Federale fa una chiamata pubblica per gli investitori internazionali: “Sono diversi miliardi di dollari di opportunità di investimento. Le 50 aziende che registrano i propri progetti saranno presentate agli investitori”.

.

facebooktwittergoogle_pluspinterestlinkedinmail

scritto da in News

img20

Il seminario, in programma il 26 novembre, si svolge presso l’Ambasciata del Brasile a Roma

L’Ambasciata del Brasile a Roma e il Comune brasiliano di Maricá (RJ), in collaborazione con Carbone & Vicenzi, realizzano il prossimo 26 novembre un incontro imprenditoriale sulle possibilità di investimento a Maricá, localizzato nello Stato di Rio de Janeiro. L’incontro si terrà presso l’Auditorium del Centro Culturale Brasile Italia dell’Ambasciata del Brasile a Roma. La città di Maricá ha infatti aperto le sue porte agli investitori italiani. Nello scorso mese di ottobre, il gruppo dei giovani imprenditori dell’Associazione Costruttori Edili Roma e Provincia (ACER) ha fatto tappa nella città brasiliana per conoscere i futuri programmi di investimento. Partecipano all’incontro il Direttore Generale del Ministero dello Sviluppo Economico, Pietro Cieli; il Sindaco di Maricá, Washington Siqueira; il Consigliere Comunale di Roma Capitale, Marco Siclari; e il Capo Ufficio di Promozione Commerciale e Investimenti dell’Ambasciata, Luis Fernando Machado. Interverrà inoltre l’Architetto Enrico Buffa, della Commissione Internazionalizzazione di Confindustria. La presentazione del Comune di Maricá, con focus sui settori di mercato e sulle iniziative sociali, sarà realizzata dal Segretario allo Sviluppo Economico della città, Lourival Casula. Le opportunità di investimento per le imprese italiane nel comune di Maricá saranno presentate dall’Avvocato Paolo Carbone. Per concludere il seminario saranno illustrati il caso di successo di Privilège Golf (Managing Director del Gruppo Zamparini Giovanni Lazzari) e le esperienze in corso di ACER (Presidente dell’associazione, Alessandro Cardellini) e di Generale Meccatronica Applicata-GMA (Amministratore dell’azienda, Angelo Punzi). È previsto alla fine dell’incontro uno spazio dedicato ai dibattiti.

.

facebooktwittergoogle_pluspinterestlinkedinmail

scritto da in News

Le azioni si inseriscono nel Piano Brasil Maior e prevedono di rafforzare ulteriormente la catena produttiva nazionale

Il Ministero dello Sviluppo, Industria e Commercio Estero (MDIC), il Ministero della Cultura, l’Agenzia brasiliana di promozione delle esportazioni e degli investimenti (Apex-Brasil) e l’Associazione brasiliana dell’industria calzaturiera (Abicalçados) – che rappresenta il settore privato – hanno presentato l’8 novembre, in occasione di Fashion Rio, le azioni del Sistema Moda Brasile (SMB) nell’ambito del Piano Brasil Maior. Il SMB, creato dal Governo Federale nel 2008, al fine di rafforzare il settore, ha la missione di promuovere l’articolazione pubblico-privata per lo sviluppo delle catene produttive legate alla moda brasiliana: cuoio, scarpe e manufatti, tessili e abbigliamento, gemme e gioielli. Per rafforzare i segmenti della moda il piano d’azione dell’iniziativa si articola in otto temi: marchio, design, promozione commerciale, innovazione, sostenibilità, formazione, distretti industriali locali e normativa legale. Tra gli obiettivi del programma: aumentare l’accesso della popolazione ai prodotti; incrementare le esportazioni; rafforzare le micro/piccole imprese e i distretti industriali locali; ampliare gli investimenti in innovazione e in design; consolidare il marchio “Brasil”; sviluppare, attrarre e trattenere i talenti oltre che modernizzare tecnologicamente il parco industriale. Le azioni del SMB fanno parte del lavoro del Consiglio sulla Competitività di Calzature, Tessile e Abbigliamento, Gemme e Gioielli tra i 19 create all’interno del Brasil Maior. Composto da rappresentanti del governo, imprese e sindacati, il gruppo si riunisce periodicamente per discutere le misure per aumentare la competitività di questi segmenti. Tra le misure in vigore per questi settori create nell’ambito del Brasil Maior, si evidenziano: i benefici fiscali, il rafforzamento del controllo doganale, e, per la promozione delle esportazioni, la creazione del Piano Nazionale della Cultura Esportatrice, con mappe e piani regionali di azione per il commercio estero.

.

facebooktwittergoogle_pluspinterestlinkedinmail

scritto da in News

img18

Una delegazione italiana di membri del progetto CSF realizza una missione nel territorio brasiliano

Dal 6 al 14 novembre 2012 una delegazione di membri delle Università italiane partecipanti al progetto Scienza senza Frontiere (CSF) sarà in Brasile in visita ad università e altri partner istituzionali. L’agenda prevede incontri presso l’Ambasciata d’Italia a Brasilia, l’Istituto Italiano di Cultura San Paolo, il Coordinamento di Perfezionamento del personale dell’istruzione superiore (Capes), il Consiglio Nazionale per lo Sviluppo Scientifico e Tecnologico (CNPq) e le Università degli Stati di San Paolo, Rio de Janeiro e di Minas Gerais.

Inoltre, è in programma a San Paolo la partecipazione della delegazione alla Conferenza Alfapuentes, con focus sul ruolo e sulle tendenze del sistema universitario dell’America Latina e dell’Europa. Scienza senza Frontiere è un progetto speciale creato dal Governo Brasiliano per favorire la mobilità internazionale degli studenti, studiosi e ricercatori brasiliani verso università e centri di ricerca di alta qualificazione nel resto del mondo.

L’iniziativa prevede anche l’ospitalità in Brasile per giovani ricercatori e per scienziati leader affermati a livello internazionale.

Grazie all’iniziativa e al sostegno dell’Ambasciata del Brasile in Italia, nel novembre 2011, quattordici Istituzioni Italiane hanno firmato un accordo con le due agenzie del Governo Brasiliano, CAPES e CNPq, in modo da iniziare la costituzione di una rete per lo scambio di studenti, scienziati e studiosi all’interno del programma Scienza senza Frontiere CSF – Italia.

Da parte italiana, fanno parte del progetto il Consiglio Nazionale delle Ricerche, undici Università individuate dal Governo Brasiliano tra quelle più qualificate per le aree di interesse del programma, l’Istituto Biogem e i centri di ricerca di Telecom Italia. L’Università di Bologna ospita la segreteria tecnica della rete.

.

facebooktwittergoogle_pluspinterestlinkedinmail

scritto da in News

img17

Le aziende novaresi possono aderire all’iniziativa entro venerdì 9 novembre

EVAET – Azienda Speciale della Camera di Commercio di Novara, ha inserito nel Programma Promozionale 2013 una missione imprenditoriale in Brasile di carattere multisettoriale. L’iniziativa si svolge dal 25 al 27 marzo 2013 e farà tappa nella città di San Paolo, dove saranno realizzati gli incontri d’affari tra le imprese novaresi e gli operatori locali selezionati in base alle esigenze dei partecipanti. Obiettivo della missione è quello di favorire l’inserimento delle aziende intenzionate a posizionarsi sul mercato brasiliano e garantire un adeguato sostegno a quelle già presenti commercialmente.

Le aziende interessate a partecipare all’iniziativa dovranno compilare ed inviare agli uffici dell’Ente entro venerdì 9 novembre l’apposito modulo di adesione e il proprio company profile.

Ulteriori informazioni possono essere richieste all’Azienda Speciale della Camera di Commercio di Novara:

tel. 0321.338.262/229 – fax 0321.338.283 – evaet@no.camcom.it.

.

facebooktwittergoogle_pluspinterestlinkedinmail

scritto da in News

img16

Ducati Motor Holding rafforza la propria presenza in Brasile. L’azienda ha costituito a

San Paolo una nuova società denominata Ducati do Brasil Indústria e Comércio de Motocicletas Ltda, che gestirà totalmente la distribuzione di moto e di altri prodotti del marchio Ducati in Brasile. Da ottobre 2012, Ducati do Brasil è responsabile della gestione, la distribuzione e il servizio di assistenza di prodotti del marchio nel Paese sudamericano. Ducati Motor Holding S.p.A, ha il totale controllo della nuova filiale che vede Ricardo Susini in veste di Managing Director, affiancato da Marco Truzzi, Service & After Sales Manager. La nuova struttura ha sede a San Paolo e, non appena le ultime formalità verranno ultimate, sarà pronta ad operare con una efficiente rete in tutto il territorio brasiliano. Ducati Motor Holding S.p.A. conferma l’accordo di collaborazione già concluso con Dafra di Amazônia Indústria e Comércio de Motocicletas Ltda. per l’assemblaggio in CKD di moto Ducati in Brasile. La produzione nello stabilimento di Manaus sarà operativo nelle prossime settimane. L’Amministratore Delegato Ducati Motor Holding S.p.A., Gabriele Del Torchio, in occasione della conferenza stampa per l’annuncio della costituzione di Ducati do Brasil, ha sottolineato che Ducati ha un’immagine molto forte nel Paese, mercato che figura come il terzo al mondo per la produzione di motociclette. “L’apertura della filiale e l’assemblaggio delle nostre moto presso lo stabilimento di Manaus, confermano il nostro impegno diretto nei confronti dei clienti brasiliani, ai quali vogliamo garantire il miglior servizio possibile in termini di vendita e post-vendita, oltre alla riprova dell’importanza strategica che Ducati attribuisce a questo mercato”. “Sono particolarmente fiero ed orgoglioso di essere stato scelto per questa nuova, grande avventura”, ha detto Ricardo Susini. “Ho passato tutta la mia vita nel mondo delle motociclette ed essere parte di un marchio così importante, così iconico e così conosciuto è un ulteriore stimolo per raggiungere nuovi traguardi”.

.

facebooktwittergoogle_pluspinterestlinkedinmail

scritto da in News

img15

Il Ministero brasiliano del Lavoro e dell’Impiego (MTE) ha concesso, tra i mesi di gennaio e settembre 2012, circa 55 mila permessi di lavoro per i professionisti stranieri in Brasile. Il numero rappresenta un incremento del 5% rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso, quando sono stati concessi 52.552 visti. Secondo il MTE i fattori che hanno maggiormente contribuito alla crescita sono stati i visti umanitari concessi per gli haitiani, i permessi di lavoro a specialisti stranieri in Brasile e a tecnici stranieri responsabili per l’installazione di macchinari e attrezzature importati e assistenza tecnica per il trasferimento tecnologico. Il Coordinatore Generale per l’Immigrazione del MTE e presidente del Consiglio Nazionale d’Immigrazione, Paulo Sérgio de Almeida, ha spiegato che la crescita dei permessi di lavoro avviene grazie ad un aumento degli investimenti in Brasile nei settori industriali, di macchinari, di attrezzature, nonché l’assorbimento di nuove tecnologie. La crescita delle autorizzazioni è dovuta ai vari progetti che vede impegnato il Brasile, come ad esempio l’aumento della capacità produttiva del Paese. Questi professionisti ci aiutano a realizzare i progetti in essere, perché hanno conoscenze specifiche importanti. Spesso il permesso di lavoro è temporaneo e, quando loro se ne vanno, i posti di lavori sono occupati dai brasiliani, ha sottolineato Almeida. Nel caso di esperti stranieri, il dato riflette l’aumento della domanda per mano d’opera straniera qualificata. In questa categoria, i maggiori incrementi sono stati di portoghesi (630 visti, +91%) e spagnoli (343 visti, + 50%). Il settore che ha più richieste di mano d’opera straniera nel paese è l’industria petrolifera e del gas, che rappresenta il 30% di tutti i permessi di lavoro rilasciati. Nel 2012, l’americana è stata la nazionalità più autorizzata a lavorare in Brasile (7179 persone), seguita da Filippine, Haiti e Regno Unito. L’Italia appare in ottava posizione con 2.190 professionisti abilitati. San Paolo, Rio de Janeiro e Minas Gerais sono gli Stati che hanno ricevuto più italiani.

Le regole

Le aziende che assumono lavoratori stranieri devono comprovare che loro hanno qualifica professionale ed esperienza compatibili con le attività che svolgeranno, oltre a dimostrare la mancanza di manodopera qualificata nel territorio brasiliano, in quanto il MTE autorizza l’ingresso degli stranieri solo in caso non esista nel Paese professionisti qualificati per l’attività. Al fine di garantire il mercato del lavoro per i professionisti brasiliani, il MTE richiede alla società di mantenere un programma di formazione per i brasiliani in attività inizialmente occupate da stranieri per periodi fino ad un anno. Alla scadenza del permesso, le aziende dovranno dimostrare la necessità della presenza continuativa di stranieri, anche con la formazione di brasiliani per la funzione.

Ulteriori informazioni:

Ministero del Lavoro e dell’Impiego (MTE)

.

facebooktwittergoogle_pluspinterestlinkedinmail

scritto da in News

img13

Sarà  la prima volta che il Brasile riceverà  una riunione dell’OIC

La 109ª sessione del Consiglio Internazionale del caffè, che si è svolto a Londra questa settimana, ha scelto lo Stato di Minas Gerais per ospitare le celebrazioni del cinquantesimo anniversario dell’Organizzazione Internazionale del Caffè (ICO), che si terrà  nel mese di settembre 2013. In rappresentanza del Ministero dell’Agricoltura, dell’Allevamento e dell’Approvvigionamento (Mapa) vi erano il Segretario di Produzione e Agroenergia, Gerardo Fontelles, e il Direttore del Dipartimento di caffè, Edilson Alcantara. Sarà  la prima volta che il Brasile ospiterà  una riunione dell’OIC. Il Paese è il maggior produttore ed esportatore e il secondo consumatore di caffè in tutto il mondo. Lo Stato di Minas Gerais è il leader della produzione nazionale, con più di un milione di ettari, pari a circa il 50% del raccolto brasiliano. Il caffè è il principale prodotto di esportazione agroalimentare di Minas Gerais ed è venduto in oltre 60 Paesi in tutto il mondo.

.

facebooktwittergoogle_pluspinterestlinkedinmail

scritto da in News

img14

Dopo il termine per la manifestazione dei Paesi del Mercosur, è entrato in vigore il 1° ottobre l’aumento temporaneo delle imposte di importazione di cento articoli prodotti in Brasile. L’aumento delle aliquote sarà  valido per un massimo di 12 mesi, prorogabile entro il 31 dicembre 2014. A fine settembre, il Ministero degli Affari Esteri, che integra la Camex ed è responsabile per il coordinamento nazionale della Commissione del Commercio del Mercosur, ha inviato il comunicato ufficiale che non vi erano obiezioni alla lista brasiliana. Poiché non vi è stata alcuna richiesta per modificare l’elenco da parte dei membri del blocco economico, i cento prodotti che fanno parte della lista pubblicata lo scorso lunedì sono gli stessi di quella pubblicata ai primi di settembre dalla Camex. L’elenco definitivo è stato creato sulla base di parametri tecnici che hanno preso in considerazione, così come il rispetto dei criteri di livelli tariffari da parte dell’Organizzazione Mondiale del Commercio (OMC): l’impatto di elevazione dei prezzi tariffari, l’aumento delle importazioni, il livello di capacità  di produzione e di utilizzazione degli impianti nelle industrie brasiliane, l’analisi delle catene produttrici, e la compatibilità  con le linee guida del Piano ‘Brasil Maior’ e altre politiche pubbliche prioritarie. I tecnici che hanno preparato la lista faranno anche il monitoraggio degli effetti delle misure adottate.

Per conoscere l’elenco dei prodotti con l’elevazione temporanea dell’imposta di importazione, clicca qui

.

facebooktwittergoogle_pluspinterestlinkedinmail

scritto da in News

img07

Per rafforzare l’interesse a incoraggiare il commercio bilaterale tra l’Italia e il Brasile, il Ministro dello Sviluppo Economico, Corrado Passera, sarà  per la prima volta in Brasile, dal 18 al 20 settembre 2012, per incontri con imprenditori e autorità  politiche del Paese. Mercoledì 19 settembre, Passera parteciperà  al convegno “Brasile e Italia, le sfide e le opportunità  dell’attuale contesto economico mondiale”, presso la sede della Fundação Getulio Vargas (FGV), a San Paolo. L’iniziativa, rivolta a imprenditori e autorità  governative, è promossa dall’Ambasciata Italiana in Brasile e dalla FGV. Inoltre, il giovedì 20 settembre, presso Terraço Italia a San Paolo, il Ministro Passera terrà  una conferenza stampa sul bilancio della sua visita in Brasile. Nell’occasione il Ministro affronterà  i temi: sulle nuove direzioni per l’economia italiana, l’attrazione di investimenti esteri, le strategie per la ripresa della crescita del Paese, la collaborazione internazionale, le sfide e le opportunità  di business tra Brasile-Italia. Per l’Italia, il Brasile è uno dei mercati prioritari per lo sviluppo delle relazioni economiche e commerciali. Attualmente, l’Italia è il secondo partner commerciale del Brasile in Europa e l’ottavo nel mondo. Nell’ultimo anno, secondo la Segreteria del Commercio Estero (SECEX), il commercio bilaterale dei due Paesi ha raggiunto la somma di circa € 8,37 miliardi. Nel 2011, l’Italia ha esportato € 4,5 miliardi in Brasile, e importato dallo stesso circa € 3,9 miliardi. Tra i principali prodotti italiani acquistati dal Brasile, figurano macchine e attrezzature industriali, che rappresentano quasi il 50% del volume delle importazioni, seguiti da automobili e prodotti farmaceutici. Le esportazioni brasiliane verso l’Italia sono principalmente di prodotti primari, come il minerale di ferro, caffè, pasta di legno, pelli e pellami. Circa 500 aziende italiane, per un totale di 700 esercizi commerciali e industriali, hanno una presenza diretta in Brasile, un numero che è triplicato negli ultimi 10 anni. Oltre ai tradizionali grandi gruppi come Fiat, Pirelli e Telecom Italia, esiste una forte presenza di piccole e medie imprese, in vari settori.

.

facebooktwittergoogle_pluspinterestlinkedinmail