Archivio Autore

scritto da in News

Stabilimento ROLFOForte della sua esperienza, flessibilità e propensione all’innovazione, la Rolfo S.p.A. è stata oggetto nelle ultime due decadi di un processo di globalizzazione, che l’ha portata ad essere presente in tutti i maggiori mercati mondiali. Una presenza stabile e duratura, che si rafforza grazie ad un orientamento aziendale rivolto alla realizzazione di soluzioni capaci di soddisfare le specifiche esigenze di trasporto.

Una realtà globale, frutto di un’evoluzione che ha determinato sviluppo di nuove unità produttive e/o direzionali al di fuori del territorio italiano, capaci di supportare adeguatamente lo sviluppo dei nuovi mercati e di arricchire lo spirito aziendale.

La società in vista dell’incremento del fatturato ottenuto nel 2016, grazie al mercato dell’automotive, quest’anno punta a nuovi mercati con piani d’investimento per quanto riguarda la logistica terrestre.

I segnali positivi arrivati da diversi mercati mondiali, hanno incoraggiato la società cuneese Rolfo ad allargare l’area geografica di business sviluppando nuovi mercati anche fuori dall’Europa, in particolare, puntano sul Brasile e Cina, paesi che mostrano una potenzialità di crescita interessante.

facebooktwittergoogle_pluspinterestlinkedinmail

scritto da in News

Mondo EconomicoL’anno si è chiuso con una bilancia commerciale che ha registrato il surplus più elevato dal 2006 (47,7 miliardi di dollari). Per effetto della crisi economica, le importazioni sono calate significativamente (20%); più contenuta è stata la flessione delle esportazioni (-3,1%). L’interscambio si è ridotto di un terzo dal picco del 2011, riportandosi sui livelli del 2008. Cina, Stati Uniti e Argentina sono i principali mercati di sbocco delle merci brasiliane; dal lato delle importazioni i principali partner sono nell’ordine Stati Uniti, Cina e Germania. L’Italia rappresenta il nono mercato di sbocco per le merci brasiliane (1,9 per cento di quota) mentre è il sesto fornitore del Brasile (2,7% di quota). L’interscambio bilaterale si è ridotto sui livelli precedenti la crisi del 2008, mentre il surplus commerciale a nostro favore si è quasi annullato. Il Brasile continua a esportare verso il nostro paese essenzialmente materie prime (oltre il 43% del totale) e prodotti semi-manufatti (35%) mentre importa macchinari (42%), prodotti chimici (18,6%) e mezzi di trasporto (8,9%).

Ulteriori informazioni

Fonte: Ambasciata Italiana in Brasile

facebooktwittergoogle_pluspinterestlinkedinmail

scritto da in News

burocraziaIl Ministero dell’Istruzione brasiliano ha pubblicato, lo scorso 14 dicembre, una circolare normativa (Portaria Normativa n. 22) che modifica le procedure di riconoscimento dei titoli accademici conseguiti all’estero, con l’obiettivo di agevolare gli studenti che ne facciano richiesta.
Tra le principali novità figurano l’adozione di criteri più flessibili e tempi più brevi per il riconoscimento del titolo, l’introduzione di una procedura semplificata e più rapida per gli studenti in possesso di determinati requisiti e la creazione di un portale informativo (Portal de Informações Carolina Bori – http://carolinabori.mec.gov.br). Sul portale saranno pubblicate tutte le informazioni relative al riconoscimento dei titoli accademici stranieri e sarà possibile monitorare i procedimenti in corso o già conclusi.
L’attuazione della circolare da parte delle Università sarà volontaria. Occorrerà pertanto verificare sulla base di quali procedure l’ateneo prescelto operi il riconoscimento del titolo accademico straniero.

Disponibile il testo integrale della circolare in lingua portoghese

Fonte: Ambasciata Italiana in Brasile

facebooktwittergoogle_pluspinterestlinkedinmail

Ciao amico…..

Gen
2017
21

scritto da in News

Italiani all’estero, è morto il senatore Edoardo Pollastri: aveva 84 anni

Senatore Edoardo PollastriÈ con profonda costernazione e immenso dispiacere che la direzione di ASSOIBRA ha appreso la notizia della inaspettata scomparsa del nostro carissimo senatore e amico, Edoardo Pollastri.

Compagno di tantissime battaglie sociali e politiche per i nostri italiani residenti in Brasile, lo vogliamo ricordare così, sorridente e pieno di vita, sempre pronto a una parola di sostegno o a un consiglio mai banale.

Ci mancherai carissimo amico, che tu possa riposare in pace e continuare nelle tue battaglie guidandoci da lassù!

Ciao Edoardo….

“È con profondo dolore che annunciamo l’improvvisa morte, avvenuta oggi, del Presidente della Camera Italo-Brasiliana di Commercio, Industria ed Agricoltura, Senatore Edoardo Pollastri, di 84 anni.
Edoardo Pollastri, nato ad Alessandria, in Italia, fu economista, impresario e politico oltre che Senatore della Repubblica Italiana. E´stato responsabile, nel corso della sua vita, di diverse istituzioni relazionate all’ambiente sociale ed economico italo – brasiliano. Con molta passione e perseveranza ha diretto la Camera di Commercio Italo – Brasiliana per più di 20 anni.
Lo ricordiamo con gratitudine per il lavoro che sempre seppe realizzare con dedicazione, equilibrio, saggezza, efficacia e grande umanità.
Manifestiamo a tutta la famiglia, amici, autorità e associati della Camera le nostre piú sentite condoglianze.
Il funerale avverrà domenica 22 gennaio, dalle ore 10 alle ore 15, presso Avenida Dr. Arnaldo, 300 – Pacaembú San Paolo, a cui seguirà la sepoltura nel Cimitero della Consolação, Rua da Consolação, 1660.”

Fonte: Câmara Ítalo-Brasileira de Comércio, Indústria e Agricultura

facebooktwittergoogle_pluspinterestlinkedinmail

scritto da in News

Panoramica informativa per coloro che sono interessati a investire o fare impresa in Brasile

Stazione PetrobrasNegli ultimi anni si è spesso sentito parlare della forte crescita economica del Brasile, tanto che importanti istituzioni finanziare internazionali hanno classificato la sua economia tra quelle emergenti del nuovo millennio, arrivando anche a coniare un acronimo con cui identificarle: BRICS, che sta appunto per Brasile, Russia, India, Cina e Sud Africa.

In effetti il Paese, che conta oltre 200 milioni di abitanti, è grande quanto un subcontinente ed è ricco di materie prime, risorse naturali e commodities, prodotti per il quale si colloca tra i primi produttori al mondo.

Negli ultimi 10 anni, poi, sotto la presidenza Lula, il Brasile ha conosciuto un periodo fortemente espansivo le cui manifestazioni più evidenti sono stati lo svolgimento nel giro di due anni prima dei Mondiali di calcio e poi delle Olimpiadi. In realtà negli ultimi due anni il PIL si è contratto di oltre 7 punti percentuali a causa di un periodo di forte recessione dalla quale il Brasile sta cercando di uscire grazie alla riforma del sistema fiscale e previdenziale e a politiche di attrazione degli investimenti infrastrutturali.

Le nuove politiche economiche brasiliane ed il fatto che 1/3 della popolazione è di origini italiane rendono il Paese attrattivo per le imprese nostrane che, però, prima di investire in Brasile devono informarsi approfonditamente sulle condizioni che troveranno soprattutto per quello che riguarda gli aspetti doganali.

Il sistema burocratico e tributario brasiliano, infatti, è opprimente ed in alcuni casi addirittura distorsivo.

Per quanto riguarda i prodotti alimentari, ad esempio, alcune barriere che potrebbero fortemente penalizzarne l’ingresso nel Paese sono costituite dai dazi all’importazione, dalla tassazione a “cascata”, da requisiti tecnici e da controlli doganali esasperati. Tuttavia nel settore alimentare è già presente una concorrenza italiana, in alcuni casi anche ben posizionata ed affermata, ma c’è ancora spazio per l’esportazione di prodotti tradizionali e margine per influenzare le attitudini di consumo dei brasiliani.

Anche i settori tradizionali del Made in Italy (moda, calzature, arredamento) soffrono non poco l’ingresso nel mercato brasiliano dove è forte la concorrenza di prezzo dei prodotti cinesi e locali, le barriere tariffarie (dazi ed imposte), le complessità burocratiche e le recenti misure governative mirate a promuovere lo sviluppo di un’industria nazionale indipendente.

Da sottolineare, poi, che il Brasile è una Repubblica federale in cui ogni stato federato ha un proprio sistema di tassazione a cui si somma la tassazione del livello federale.

Ma quali sono nel concreto gli oneri doganali da affrontare per chi volesse approcciare il mercato brasiliano?

L’importazione di merci in Brasile è:

  • non permessa per legge per alcuni specifici prodotti;
  • soggetta a licenza preventiva per prodotti alimentari e cosmetici che richiedono la produzione di specifiche documentazioni da presentare a diversi organi di controllo amministrativi;
  • permessa senza alcun tipo di licenza.

Ogni prodotto è classificato secondo un sistema localmente noto come NCM (Nomenclatura Comune del Mercosul), che si conforma alle normative doganali internazionali ed al Sistema Armonizzato e che serve a determinare il dazio, le imposte e le specifiche procedure di sdoganamento.

I Paesi membri del Mercosul (a vario titolo Argentina, Brasile, Paraguay, Uruguay, Venezuela, Bolivia, Cile, Colombia, Ecuador, Perù, Messico e Nuova Zelanda) applicano una Tariffa Esterna Comune (TEC) alle importazioni extra-area che oscilla tra lo 0 ed il 35% e che può essere transitoriamente aumentata senza, però, superare i limiti imposti dal WTO. Ovviamente la circolazione delle merci tra gli Stati membri non subisce alcuna imposizione fiscale.

L’operazione di importazione, la richiesta di licenza e/o di particolari documentazioni è effettuata direttamente dall’impresa interessata attraverso una procedura telematica accedendo al sistema SISCOMEX (è necessario che l’impresa possegga il permesso di importazione RADAR).

La burocrazia brasiliana rende, in genere, molto complesso l’adempimento delle normative fiscali e delle procedure doganali che possono variare in base al tipo di prodotto esportato, all’esistenza di un prodotto similare in Brasile, alle modalità di trasporto scelte (aereo, marittimo o terrestre) ed al paese di origine delle merci.

Le imposte dovute vengono calcolate in base al valore della merce ed incidono:

  • per l’1,65% circa per l’imposta di importazione (II), l’Imposta sui Prodotti Industrializzati (IPI), e quella per il Programma di Integrazione Sociale;
  • per il 7,6% circa per il Contributo per il Finanziamento della Sicurezza Sociale;
  • per una percentuale variabile a seconda dello stato federato che la applica, per l’Imposta sulla Circolazione di Merci e Servizi (ICMS).

A seconda dei casi alcune di queste imposte possono essere recuperate in tutto o in parte.

La Risoluzione del Senato Federale Brasiliano n. 13/2012 ha, inoltre, stabilito un’aliquota del 4% dell’ICMS da applicare alle operazioni di scambio merci tra stati federati nei casi in cui la merce venga importata da uno stato (che applica la propria aliquota) e successivamente venduta in un altro stato (che applica appunto l’aliquota del 4% generando un credito di imposta da scaricare sui consumatori).

Soggette a tale aliquota sono quelle merci che non abbiano subito processi industriali in Brasile o che siano composte da prodotti importati per più del 40%.

Spedizioniere, tasse di consolidamento partita/merce, immagazzinaggio, sindacati, addizionali al trasporto della Marina Mercantile e trasporto fino all’importatore sono ulteriori costi da considerare e che gravano sul totale dell’operazione di importazione tra il 5 ed il 10%.

Un ulteriore fattore critico da considerare è la non completa armonizzazione tra i sistemi di regolazione interna tra Stati.

Oltre a quelle tariffarie, esistono anche barriere non tariffarie come ad esempio il possesso di requisiti tecnici, sanitari, ambientali, di lavoro, restrizioni quantitative, quote, prezzi minimi, ecc.

In Brasile è consentita l’importazione temporanea di merci, linee di produzione e macchinari usati ed esistono anche dei regimi speciali (come ad esempio la zona franca di Manaus e dell’Amazzonia Occidentale), ma la complessità che regola questi casi particolari consiglia di contattare l’ufficio corrispondente di Assoibra competente per territorio che vi seguirà e indirizzerà in questa giungla burocratica.

Per chi volesse investire direttamente avviando un’impresa sul territorio brasiliano il peso fiscale può variare considerevolmente a seconda di fatturato, dimensione dell’impresa, settore di attività e posizione geografica: in media, tuttavia, la pressione fiscale è di circa il 40%.

facebooktwittergoogle_pluspinterestlinkedinmail

scritto da in News

Inaugurazione del nuovo ufficio corrispondente che avrà sede in Piazza Mahatma Gandhi nel centro di Rio de Janeiro

Edificio OdeonASSOIBRA | Associazione Italiani in Brasile

Dott.sa Luciane Carneiro
Mota e Carneiro de Sousa Advocados
Praça Mahtma Gandhi, 2
6º andar- Edificio Odeon
Cinelândia – CEP : 20031-100
Rio de Janeiro RJ, Brasile

Tel.: +55 21 35509370
Cel.: +55 21 98235-6173
E-mail: luciane.rube@gmail.com

facebooktwittergoogle_pluspinterestlinkedinmail

Apex Brasile

Gen
2017
02

scritto da in News

L’Apex-Brasile, ristrutturata nel Governo del presidente Luiz Inácio Lula da Silva, lavora con l’obbiettivo di stimolare le esportazioni brasiliane.

Apex BrasilRealizzando progetti con più di 60 associazioni professionali che rappresentano i settori dell’industria e dei servizi, l’Agenzia sta contribuendo agli ottimi risultati nella bilancia commerciale, attraverso la diversificazione delle esportazioni, l’apertura di nuovi mercati, la consolidazione e l’ampliamento dei mercati tradizionali e, in particolare, la notevole crescita delle vendite di prodotti ad alto valore aggiunto.

Basata sulla pianificazione strategica di promozione commerciale e delle attività intraprese in collaborazione con il settore pubblico e privato, l’Agenzia opera attraverso le seguenti linee guida:

Individuare le vocazioni produttive regionali
Rafforzare le associazioni professionali
Condurre studi e ricerche di mercato
Stipulare accordi di cooperazione con le reti internazionali
Realizzare grandi eventi, che abbiano come tema il Brasile
Inserire nuove imprese nel mercato internazionale
Promuovere incontri d’affari con gli importatori
Eseguire / coordinare eventi internazionali (missioni commerciali, fiere, incontri d’affari)
Promuovere l’immagine del Brasile

In cinque anni di attività come agenzia indipendente, l’Apex-Brasile ha portato gli imprenditori brasiliani ad esporre e commercializzare i loro prodotti in oltre 60 Paesi, con azioni continue che hanno contribuito a far sì che il Brasile fosse rappresentato in ogni parte del mondo, ogni giorno dell’anno.
Attirare gli investimenti stranieri

Nel dicembre 2004, l’Apex-Brasile ha creato la sua Unità di Investimento. Pertanto, l’Agenzia ha inoltre iniziato ad operare nella ricerca degli investimenti stranieri verso il Paese. L’idea di fondo è quella di collegare la promozione commerciale e l’attrazione di investimenti in Brasile, armonizzare le informazioni e le opportunità nazionali e regionali, direzionare gli investimenti per aree di esportazione e attraverso l’inclusione delle piccole e medie imprese, e agevolare gli affari per dare visibilità alle opportunità in Brasile.

L’Apex-Brasile ha già messo in funzione, presso la sua Unità, una struttura internazionale per attirare nuovi investimenti.
Piccole Imprese

I destinatari dalle azioni dell’Apex-Brasile sono, in generale, i governi, in tutti i suoi organi, e gli imprenditori, di tutte le dimensioni. Principali obiettivi del suo operato, tuttavia, sono le piccole e medie imprese che, attraverso l’esportazione, si qualificano per competere in uno spazio maggiore nel mercato interno.
Come le aziende possono trarre benefici

Per approfittare del lavoro di promozione commerciale condotto dall’Apex-Brasile, le aziende dovrebbero rivolgersi alle loro associazioni di categoria e verificare se già esistono progetti in corso realizzati da parte dell’Agenzia o sottoposti alla sua valutazione. In caso contrario, l’azienda può suggerire all’associazione un progetto e partecipare al suo sviluppo.

Settori sostenuti dall’Apex-Brasil

Agrobusiness

Cioccolato e dolci, carne (manzo, maiale, pollo), vino, fiori, frutta, succhi, caffè speciali e industrializzati, Gamberi coltivati; materiale genetico e altri prodotti dell’allevamento bovino; Prodotti per animali domestici, prodotti biologici, prodotti etnici, attrezzature, prodotti e servizi per l’industria di etanolo, Sisal

Settore dell’’Edilizia

Accessori e componenti per mobili, legno, mobili, artigianato, pietre ornamentali, Ceramica per rivestimento; Oggettistica per la casa e Decorazione; vetro, gesso, affari immobiliari, artefatti metallici non ferrosi

Intrattenimento e servizi

Visual Arts, audiovisivi, musica, strumenti musicali, pubblicità e propaganda, società di franchising, produzione televisiva, produzione cinematografica, servizi di design

Macchine e attrezzature

Macchinari e attrezzature generici (settore grafico, tessile, agricolo, forni e stufe industriali, attrezzature navali e offshore), macchinari e attrezzature per cuoio e scarpe, macchinari e attrezzature per la panificazione, Macchinari ed attrezzature per Gelato; Macchinari per Processamento; Ricambi per aerei, Aria condizionata e refrigerazione, Ricambi per automobili, Elettronica; Casting, Stampa e Cancelleria, materiali di difesa, petrolio e gas, plastica

Moda

Tessili e Abbigliamento, Fashion Design, prodotti promozionali, prodotti cosmetici, calzature, parti e componenti per calzature, cuoio e pelle, gioielli, pietre preziose
Tecnologia e Salute

Attrezzature mediche – odontologiche e ospedaliere, software e relativi servizi di TI, Healthcare, Farmaci

Maggiori informazioni, consulta il sito ufficiale dell’Apex Brasil

apexbrasil

facebooktwittergoogle_pluspinterestlinkedinmail

scritto da in News

Fotografia della situazione economica del Paese

Grafico BrasilSettima economia del mondo, il Brasile si conferma una potenza economica in ascesa, malgrado nel biennio appena concluso i tassi di crescita abbiano risentito di un sensibile rallentamento rispetto alla performance degli anni precedenti (2,3%, nel 2013 e solo 0,1% nel 2014). Nel 2015 il Paese e’ entrato in fase di recessione (con stime di crescita negativa tra lo 0,6% e l’1,5%). I fondamentali dell’economia brasiliana rimangono comunque solidi: un tasso di inflazione annuale sceso dal 13% del 2003 al 6,41% del 2014 (benché nel 2015 gli aumenti nei prezzi amministrati abbiano già fatto salire l’inflazione al 7,5%); un debito pubblico lordo pari al 62,4% del PIL a fine marzo 2015; un rassicurante livello di riserve internazionali, pari a circa 365 miliardi USD; un mercato del lavoro che ha raggiunto il livello di piena occupazione e con un bonus demografico ancora in attivo, sebbene . Più di recente, le turbolenze registrate sui mercati finanziari hanno segnato il deprezzamento del Real, circostanza che sta producendo effetti inflazionistici. Inoltre, sul piano dell’interscambio commerciale, per la prima volta dal 200 il Paese registra un saldo negativo, a fine 2014 di oltre 4 miliardi USD, mostrando ancora la forte dipendenza dell’export locale dalla domanda internazionale di materie prime, che ammontano, considerato anche i semi-manufatti, a ca. il 60% del valore totale delle esportazioni. Si conferma per il momento il perdurante interesse degli investitori internazionali verso il Brasile, che rimane ai primi posti quale meta internazionale degli investimenti diretti esteri. Emerge comunque la necessità di colmare il gap infrastrutturale e di incrementare la produttività industriale e la formazione del capitale umano.

Fonte: Rapporto Congiunto
Ambasciate/Consolati/ENIT 2016

facebooktwittergoogle_pluspinterestlinkedinmail

scritto da in News

Per agevolare la partecipazione alle fiere, la Camera Italiana di San Paolo organizza gruppi di visitatori e/o espositori, offrendo assistenza logistica, attraverso le agenzie di viaggi, e operativa con l’aiuto di hostess e interpreti. Inoltre, è possibile organizzare incontri e visite tecniche presso le aziende locali nello stesso periodo delle fiere.

Assoibra in collaborazione con la Camera Italiana di San Paolo, organizza la partecipazione collettiva alle fiere, attraverso i servizi di Isola ItalPlanet in Fiera.

Per ulteriori informazioni contattare: +39 335 6322594
E-mail: assoibra.italia@assoibra.it / presidente@assoibra.it

Fiere 2017

» Febbraio

14 – 17 Febbraio 2017

VITÓRIA STONE FAIR / MARMOMACC LATIN AMERICA 2017

43ª Fiera Int.le del Marmo e Granito
Prodotti/Servizi: marmi, graniti e pietre ornamentali, attrezzature e forniture per l’industria, macchine e attrezzature per l’estrazione e servizi
Luogo: Carapina Centro de Eventos
Città: Serra – ES
Sito: www.vitoriastonefair.com.br

————————————————————————-

» Aprile

4 – 6 Aprile 2017

WTM – World Travel Market Latin America

Prodotti/Servizi: Destinazioni nazionali ed internazionali; Hotels; Associazioni turistiche; Compagnie aeree; Veicoli a noleggio; Organizzazione Eventi; Tour Operator; Agenzie di viaggio; Assicurazioni; Fornitori di Servizi tecnologici per il Turismo; Operatori di Crociere Maritime; Mezzi di Comunicazione e Media.
Luogo: Expo Center Norte
Città: São Paulo
Site: www.wtmlatinamerica.com

————————————————————————-

4 – 8 Aprile 2017

FEICON BATIMAT – 23ª Mostra Internazionale di Edilizia e Architettura

Prodotti/Servizi: Riscaldamento e raffreddamento dell’ambiente; Automazione e Sicurezza; Elettrico e illuminazione; Serrature, fissaggi, ecc.; Fondamenta e struttura; Idraulica; Macchinari; Utensili e attrezzature per la costruzione; Porte, finestre e infissi; Prodotti per cucine e bagni; Piastrelli; Servizi professionali e TI; Vernici e accessori, sistemi.
Luogo: São Paulo Expo Imigrantes
Città: San Paolo
Site: www.feicon.com.br

————————————————————————-

25 – 27 Aprile 2017

AUTOMEC – 13ª Fiera Int.le di Pezzi di Ricambio Auto,
Componentistica, Attrezzature e Servizi

Prodotti/Servizi: TI & Management; Componenti e Sistemi; Accessori, prodotti e servizi per riparo e manutenzione auto.
Luogo: São Paulo Expo Imigrantes
Città: San Paolo
Site: www.automecfeira.com.br

————————————————————————-

» Maggio

1 – 5 Maggio 2017

AGRISHOW – 24ª Fiera Int.le di tecnologia Agricola

Prodotti/Servizi: Agricoltura di precisione; Silos e magazzini; Sacchi e Packaging; agricoltura a conduzione familiare; attrezzi agricoli; macchine agricole; Centri di ricerca e Università; Correttivi, fertilizzanti e pesticidi; Parti, ricambi auto e pneumatici per trattori e macchine agricole; Apparecchiatura di sicurezza / DPI; allevamento; Valvole, pompe e motori; attrezzatura per l’irrigazione; Produzione Biodiesel, ecc.
Luogo: Parque de Exposições IAC Agrishow
Città: Ribeirão Preto, SP
Site: www.agrishow.com.br

————————————————————————-

23 – 25 Maggio 2017

EXPOSEC – Fiera Int.le della Sicurezza

Organizzatore: Fiera Milano Brasile
Prodotti/Servizi: Sicurezza elettronica; Sicurezza Privata; Sicurezza Personale, Patrimoniale Imprenditoriale.
Luogo: São Paulo Expo
Città: San Paolo
Site: www.exposec.com.br

————————————————————————-

23 – 25 Maggio 2017

ENERSOLAR – Fiera Int.le di Tecnologie per Energia Solare

Organizzatore: Fiera Milano Brasil
Prodotti/Servizi: Energia solare, eolica, biomasse, GTDC e simili.
Luogo: São Paulo Expo
Città: San Paolo
Site: www.enersolarbrasil.com.br

————————————————————————-

» Giugno

1 – 4 Giugno 2017

REATECH – Fiera Int.le delle Tecnologie in Riabilitazione, Inclusione e Accessibilità

Organizzatore: Fiera Milano Brasil
Prodotti/Servizi: prodotti per la mobilità ridotta, istituzioni finanziarie, produttori di sedie a rotelle, industrie farmaceutiche, veicoli adattati per disabili produttori di apparecchi acustici, attrezzature speciali, forniture ospedaliere, cura personale, protesi e ortesi, terapie alternative.
Luogo: São Paulo Expo
Città: San Paolo
Site: www.reatech.tmp.br

————————————————————————-

6 – 8 Giugno 2017

EXPOVINIS BRASIL – Salone Int.le del Vino

Luogo: Expo Center Norte
Città: San Paolo
Site: www.expovinis.com.br

————————————————————————-

6 – 9 Giugno 2017

FISPAL FOOD SERVICE – Fiera Int.le di Alimenti e Bevande

Luogo: Expo Center Norte
Città: San Paolo
Site: www.fispalfoodservice.com.br

————————————————————————-

27 – 30 Giugno 2017

FISPAL TECNOLOGIA – Fiera Int.le di Processi, Packaging e Logista per l’Industria di Alimenti e Bevande

Prodotti/Servizi: Macchine per il Packaging; Marcatura e Codifica; Imballaggio; Processi; Attrezzature ed Accessori; Automazione e Logistica.
Luogo: São Paulo Expo Imigrantes
Città: San Paolo
Site: www.fispaltecnologia.com.br

————————————————————————-

» Luglio

Data da definire

CASA COR SÃO PAULO

Appartenente al gruppo ABRIL, CASA COR è riconosciuta come la più grande e migliore mostra di architettura, decorazione paesaggistica delle Americhe. L’evento riunisce ogni anno, architetti di prestigio, interior designer e paesaggisti e, nel 2016, ha raggiunto la sua 30ª edizione a San Paolo, e 20 franchising nazionali e quattro internazionali
Luogo: da definire
Site: www.casa.abril.com.br

————————————————————————-

» Agosto

15 – 17 Agosto 2017

PET SOUTH AMERICA – Fiera Int.le di Prodotti e Servizi per la linea PET e veterinario

Prodotti/Servizi: salute e nutrizione animale, attrezzature, acquario, specialità veterinarie e accessori.
Luogo: Expo Center Norte
Città: San Paolo
Site: www.petsa.com.br

————————————————————————-

» Settembre

12 – 13 Settembre 2017

PRIVATE LABEL BRAZIL – Fiera Int.le di Private Brand and Outsourcing markets

Prodotti/Servizi: produttori e fornitori di marchi propri e outsourcing nelle seguenti aree: alimentari; bevande; abbigliamento; igiene e pulizia; finanziaria; Cosmesi; Pharmaceuticals; Nutraceutical; animali; edilizia; tra le altre.
Luogo: Frei Caneca Convention Center
Città: San Paolo
Site: www.privatelabelbrazil.com.br

————————————————————————-

12 – 13 settembre 2017

IOT LATIN AMERICA – The Internet of Things

Prodotti/Servizi:evento focalizzato sulle tecnologie delle applicazioni, prodotti e soluzioni per la comunicazione che rendono il mondo più intelligente
Luogo: Frei Caneca Convention Center
Città: San Paolo
Site: www.iotlatinamerica.com.br

————————————————————————-

» Ottobre

3 – 5 Ottobre 2017

WIRE – Fiera Internazionale per fili e cavi – Fiera Milano Brasil

Prodotti/Servizi: Produttori di fili e macchine per rifinitura; utensili tecnologici; fili e cavi speciali; chimici e derivati; tecnologia di misura e controllo; materiali per processi ausiliari. Tecnologie, ecc.
Luogo: São Paulo Expo
Città: San Paolo
Site: www.wiresa.com.br

————————————————————————-

3 – 5 Ottobre 2017

TUBOTECH – Fiera Internazionale per tubi, valvole, pompe, raccordi e componenti – Organizzatore: Fiera Milano Brasil

Prodotti/Servizi: tubi, valvole, pompe e motopompe, connessioni, macchinari e attrezzature ed una serie di altri componenti e accessori presenteranno le innovazioni ad alta tecnologia, soluzioni ad un pubblico altamente qualificato di professionisti nei settori del petrolio, gas, automotive, edilizia, arredamento, chimica, petrolchimica, farmaceutica
Luogo: São Paulo Expo
Città: San Paolo
Site: www.tubotech.com.br

————————————————————————-

24 – 26 ottobre 2017

TRANSPOQUIP LATIN AMERICA – Fiera Int.le di Infrastruttura per di Trasporto per i settori stradale, aeroportuale, ferroviario, metropolitana e portuale

Luogo: Expo Center Norte
Città: San Paolo
Site: www.transpoquip.com.br

————————————————————————-

 » Novembre

Novembre 2017

FIMAI ECOMONDO BRASIL – Fiera Int.le dell’Ambiente Industriale e della Sostenibilità

Prodotti/servizi: consulenza e servizi ambientali; attrezzature, tecnologie e soluzioni ambientali; gestione dei rifiuti industriali; riciclaggio; formazione ambientale; trattamento delle acque e fognatura;
Luogo: Expo Center Norte
Città: San Paolo
Site: www.fimai.com.br

facebooktwittergoogle_pluspinterestlinkedinmail

scritto da in News

La Camera Italo-brasiliana di Commercio e Industria di Minas Gerais  fornisce assistenza completa alle aziende italiane interessate in visitare o esporre le fiere in Brasile. Offriamo supporto nell’organizzazione del viaggio, contrattazione di servizi, negoziazioni, e anche agenda di incontri e  visite tecniche durante i giorni della fiera.

Assoibra in collaborazione con la Camera Italiana di Minas Gerais, organizza la partecipazione collettiva alle fiere, attraverso i servizi di Isola ItalPlanet in Fiera.

Per ulteriori informazioni contattare: +39 335 6322594
E-mail: assoibra.italia@assoibra.it / presidente@assoibra.it

Fiere 2017

» Febbraio

14-17/ febbraio 2017

Vitoria Stone Fair

Vitoria Stone Fair – Marmomacc Latin America 2017

43ª Fiera Internazionale del Marmo e Granito
Data: 14-17/ febbraio /2017
Luogo: Carapina Centro de Eventos – Serra – ES – Brasile
Sito: www.vitoriastonefair.com.br

_____________________________________________

» Agosto

2 e 3 / agosto 2017

Interleite

Interleite Brasil 2017

L’evento è il punto d’incontro della catena del latte brasiliano.
Luogo: Uberlandia – Minas Gerais – Brasile
Sito: www.interleite.com.br

_____________________________________________

5-8 / agosto  2017

Semana de Casa

Semana da Casa – House Week – São Paulo

La Semana da Casa – House Week è un evento che coinvolge tutta la catena di produzione del settore di decorazione e articoli per la casa. È considerata la quinta fiera più grande del mondo, ed è un punto di riferimento nel segmento, dando la visibilità agli espositore dei suoi prodotti e promuovendo la negoziazione diretta con chi decide di acquistare. Occorrono simultaneamente la House & Gift Fair, la Têxtil House Fair e la Christmas Fair.
Luogo: Expo Center Norte – São Paulo – SP – Brasile
Sito: www.grafitefeiras.com.br

_____________________________________________

» Settembre

21-23 settembre 2017

Semana Internacional do Cafe

 

Semana Internacional do Café

La Settimana internazionale del caffè è un grande evento dove si incontrano coltivatori, torrefattori, classificatori, esportatori, acquirenti, fornitori, imprenditori, baristi, proprietari di negozi e caffè e amanti del caffè.
Luogo: Expominas – Belo Horizonte – Minas Gerais – Brasile
Sito: www.semanainternacionaldocafe.com.br

_____________________________________________

18-21/ settembre 2017

Exposibram – Exposição internacional de Mineiração

 

Exposibram – Exposição internacional de Mineiração

L’ Exposição Internacional de Mineração (EXPOSIBRAM) è considerata una delle più grande mostre di estrazione mineraria in America Latina, con oltre 50.000 visitatori e 500 espositori. L’evento riunisce, ogni due anni, centinaia di imprenditori rappresentanti del governo e organizzazioni private in un unico luogo.
Luogo: Expominas – Belo Horizonte – Minas Gerais – Brasile
Sito: www.exposibram.org.br

_____________________________________________

» Ottobre

4 ottobre 2017

MinasTrend

Minas Trend

Il Minas Trend è nato per promuovere l’industria della moda di Minas Gerais. Con l’obiettivo di mettere in contatto produttori e rivenditori, l’evento è ormai la piattaforma leader per la produzione di business nel settore in Brasile.
Luogo: Expominas – Belo Horizonte – Minas Gerais – Brasile
Sito: www.minastrend.com.br

facebooktwittergoogle_pluspinterestlinkedinmail

scritto da in News

Calendario Fiere Minas GeraisCalendario Fiere CCIE Minas Gerais

La Camera Italo-brasiliana di Commercio e Industria di Minas Gerais fornisce assistenza completa alle aziende italiane interessate in visitare o esporre le fiere in Brasile. Offriamo supporto nell’organizzazione del viaggio, contrattazione di servizi, negoziazioni, e anche agenda di incontri e visite tecniche durante i giorni della fiera.

Calendario Fiere CCIE Sao PauloCalendario Fiere CCIE San Paolo

Per agevolare la partecipazione alle fiere, la Camera Italiana di San Paolo organizza gruppi di visitatori e/o espositori, offrendo assistenza logistica, attraverso le agenzie di viaggi, e operativa con l’aiuto di hostess e interpreti. Inoltre, è possibile organizzare incontri e visite tecniche presso le aziende locali nello stesso periodo delle fiere

facebooktwittergoogle_pluspinterestlinkedinmail

scritto da in News

colmeia-150x150Santa Catarina è il più grande produttore di miele per chilometro quadrato del Paese e il più grande esportatore del prodotto, ed è considerato uno dei migliori al mondo. Questi risultati fanno parte di un ampio studio sulla produzione di miele in tutti i comuni dello Stato con lo scopo di miglioramento tecnico e l’adattamento di apicoltura per la produzione ai fini di certificazione biologica.

Il progetto, che ha richiesto due anni per completarsi, è stato sviluppato da Faasc (Federazione delle associazioni di apicoltori e Meliponicoltori di Santa Catarina), con il sostegno della Fondazione del Banco do Brasil e del Sebrae.

Il numero di alveari è ufficialmente 293.482 installati, mantenendo una produzione di 6.500 tonnellate all’anno nei raccolti normali. La metà del miele di questo stato è esportato e il 50% della produzione totale ha la certificazione biologica, mantenendo Santa Catarina uno dei più grandi produttori di miele in Brasile.

Il Brasile produce una media di cinque chilogrammi di miele per chilometro quadrato, in Santa Catarina questo rapporto è di 63 chilogrammi per chilometro quadrato.

facebooktwittergoogle_pluspinterestlinkedinmail

scritto da in News

Per l’ABI e le banche è la terza missione in Brasile dopo la missione del 2006 e del 2009

Missione ABIGli imprenditori italiani hanno fiducia nelle prospettive di sviluppo del Brasile, proprio per questo le banche hanno stanziato 5 miliardi di euro per le imprese che scelgono di operare nel Paese. Secondo la rilevazione dell’ABI a tanto ammonta il plafond messo a disposizione dalle banche italiane per sostenere l’operatività commerciale e di investimento delle imprese che intendono operare con le controparti brasiliane. A ribadire il sostegno del settore bancario italiano all’internazionalizzazione della nostra economia è Guido Rosa, Vice Presidente ABI per l’internazionalizzazione, durante il Forum economico tenutosi a San Paolo, in occasione della missione di sistema organizzata da banche, imprese e Istituzioni.

Per l’ABI e le banche è la terza missione in Brasile dopo la missione del 2006 e del 2009. Alla missione, ha partecipato una delegazione di quattro dei principali gruppi bancari che rappresenta circa il 56%dell’intero settore bancario italiano in termini di totale attivo: Bnl – Bnp Paribas, Intesa Sanpaolo, Ubi Banca, Unicredit. “Le linee di credito aperte per gli imprenditori italiani in Brasile – ha detto Rosa – testimoniano la fiducia del settore nelle prospettive di sviluppo di questo Paese e si inseriscono nel quadro più generale del crescente interesse per le opportunità offerte dal mercato sudamericano. La delegazione bancaria italiana ha incontrato la Banca Centrale Brasiliana, l’Associazione Bancaria Brasiliana (Febraban) e le principali banche locali, al fine di stabilire nuovi contatti con le principali banche brasiliane, la cui collaborazione è fondamentale per l’ulteriore sviluppo delle relazioni economiche bilaterali. Ci auguriamo – ha concluso Rosa – che la creazione di nuovi legami tra le nostre industrie bancarie porterà ad un supporto ancora più efficace per le imprese brasiliane e italiane.“

Sul fronte dei finanziamenti, le banche italiane hanno messo a disposizione delle imprese che vogliono investire, avviare o ampliare attività commerciali in Brasile un plafond di 5 miliardi di euro, di cui il 64% è stato utilizzato finora.

Fonte: Teleborsa
Foto: Cesare Villone

facebooktwittergoogle_pluspinterestlinkedinmail

scritto da in News

downloadÈ stato firmato ieri a Roma dal Vice Ministro Mario Giro e dall’Ambasciatore del Brasile a Roma Ricardo Neiva Tavares, con la presenza del Deputato Fabio Porta, l’Accordo sul Riconoscimento Reciproco in Materia di Conversione di Patenti di Guida tra Italia e Brasile. Il titolare di patente A e B emessa dalle Autorità competenti di uno dei due Stati, potrà convertire la sua patente entro quattro anni dalla residenza nel territorio dell’altro Stato, senza dover sostenere esami teorici e pratici.

Le autorità competenti italiane e brasiliane – Dipartimento Trasporti Terrestri del Ministero delle Infrastrutture e Trasporti per l’Italia e il Dipartimento Nazionale di Transito (Denatran) per il Brasile – possono richiedere al conducente di presentare un certificato medico per sapere se ha i requisiti psicofisici conformi per guidare, e non è autorizzata per casi particolari, cioè per i conducenti che usano protesi e hanno macchine modificate.

Per le altre categorie invece (C1, C1+E, C, C+E, D1, D1+E e D+E in Italia; C, D, E in Brasile), si dovranno sostenere gli esami teorici e pratici previsti dalle normative italiane o brasiliane, a seconda del Paese in cui viene fatta la richiesta.

Si tratta del primo Accordo firmato tra i due Paesi dopo l’insediamento del Presidente Michel Temer.

L’Ambasciata d’Italia a Brasilia ha curato i negoziati con l’obiettivo di dare una risposta concreta e rapida ad un’esigenza avvertita dalle comunità italiana e brasiliana residenti nei due Paesi.

Con informazioni della Farnesina

facebooktwittergoogle_pluspinterestlinkedinmail

scritto da in News

L’annuncio l’ha dato l’On. Fabio Porta, Pd, sul proprio profilo Facebook. Da oggi Italia e Brasile sono due paesi ancora più vicini

firma_patente“Un altro successo del comune lavoro tra Governo e Parlamento. Dopo anni di lunghe trattative e sistematici scambi di note tra i ministeri competenti, sarà operativo nei prossimi giorni – anche grazie all’insistente e determinato impegno parlamentare che ho svolto in prima persona dalla precedente legislatura e insieme ai colleghi eletti in Brasile in quest’ultima – l’accordo per il riconoscimento delle patenti di guida tra Italia e Brasile”. Lo scrive Fabio Porta, deputato Pd eletto all’estero, sul proprio profilo Facebook.
“L’operatività di questo accordo, già inserito nel protocollo bilaterale firmato tra i due governi nel 2008, è stato più volte sollecitata da diverse mie interrogazioni parlamentari nel corso di questi anni; recentemente – prosegue l’onorevole -, a seguito dell’ultima riunione a Brasilia della commissione parlamentare bilaterale, avevo chiesto e ottenuto l’inserimento di questa importante richiesta delle nostre collettività nel documento finale”.
Secondo Porta “si tratta di un altro importante risultato del lavoro parlamentare, che si aggiunge alla recente vittoria sul ripristino delle pensioni in Venezuela; ancora una volta la comunità italiana in Brasile e brasiliana in Italia (ricordo anche il successo relativo al pagamento delle pensioni brasiliane in Italia) potranno beneficiare del quotidiano lavoro svolto in Parlamento dai loro rappresentanti”.
In conclusione il deputato eletto in Sud America ringrazia i Ministeri degli Affari Esteri e dei Trasporti e le rappresentanze diplomatiche italiana in Brasile e brasiliana a Roma, “che non hanno mai smesso di lavorare per la conclusione del difficile iter di questo accordo”.

facebooktwittergoogle_pluspinterestlinkedinmail

scritto da in News

settembr paulo pastae-150x150In questa sua prima mostra individuale a Roma intitolata Settembre, Paulo Pasta, artista brasiliano e nipote di italiani, presenta nella Galleria Candido Portinari di Palazzo Pamphilj, sede dell’Ambasciata del Brasile in Italia, un insieme inedito di 16 dipinti astratti, olio su tela di differenti grandezze. I più grandi, come quello che dà il titolo alla mostra, hanno più di 2 metri di larghezza, mentre i più piccoli misurano 20 x 30 cm. Così come nella sua individuale presso la Galeria Millan di San Paolo nel novembre del 2015 (Há um fora dentro da gente e fora da gente um dentro – C’è un fuori dentro di noi e fuori di noi un dentro), i lavori sono caratterizzati da una intensa e ambigua atmosfera cromatica e da raffinate strutture geometriche, elementi che giustificano il ruolo da protagonista assunto da Paulo Pasta nella pittura contemporanea brasiliana.

Nelle tele astratte esibite presso l’Ambasciata del Brasile è possibile percepire una maggiore libertà rispetto ai lavori precedenti. Il contrasto cromatico è più intenso, i colori sono più luminosi e intraprendenti. Paulo Pasta non è un artista astratto nel senso puro del termine. Le sue forme sorgono necessariamente dal mondo, sono ispirate da piccoli dettagli, immagini catturate qua e là e poi rielaborate.

Croci, ogive o pezzi di azulejo – la tipica piastrella di ceramica smaltata della tradizione iberica – sono temi ricorrenti nella sua produzione.

Tra le sue ricerche più recenti (la mostra riunisce solo opere del 2016) emerge, ad esempio, il tema ricorrente dell’Annunciazione. Valendosi delle diverse rappresentazioni dell’annunciazione dell’angelo alla Vergine Maria, nelle quali i due personaggi sono sempre separati da una colonna, Pasta ricrea uno spazio sintetico, benché scenico e con un leggero carattere tridimensionale a causa dell’uso inedito della linea diagonale nelle sue opere. Come una sorta di “preghiera”, la tela infonde pace a colui che la osserva con la necessaria attenzione.

Allo stesso modo, la tela Setembro (Settembre) richiama i colori emblematici della capitale italiana, tanto ricordata per i suoi templi dalle colonne marmoree e per gli edifici dai colori terrei. Un’altra forte influenza nella traiettoria di Pasta è quella dell’italiano Giorgio Morandi (1890-1964). Così come Paulo Pasta, suo “discepolo”, anche Morandi apprezzava le strutture geometriche e non usava colori primari, preferendo toni pastosi e con vari strati di tinta sovrapposta, fino a raggiungere i colori desiderati, ibridi e complessi.

Artista: Paulo Pasta (Brasile)
Titolo mostra: Settembre
Stile: pittura astratta
Dove: Ambasciata del Brasile a Roma (Palazzo Pamphilj), Galleria Candido Portinari, Piazza Navona 10
Quando: dal 7 settembre al 4 ottobre 2016, da lunedì a venerdì, dalle 10 alle 17.

Ingresso libero.

Info: Ambasciata del Brasile: cultural.roma@itamaraty.gov.br – 06.68398.456.

Ufficio Stampa Fusion Communications: Cristiana Benini – 06 83390221 – 3343863543 – cristiana.benini@fusiondigital.it

facebooktwittergoogle_pluspinterestlinkedinmail

scritto da in News

Guida Investimenti Brasile 2016Catalogo di Opportunità agli investitori stranieri realizzato dal Ministero di Industria, Commercio Estero e Servizi (Mdic), con l’obiettivo di attrare capitale privato attraverso le concessioni e partnership pubblico-private.

facebooktwittergoogle_pluspinterestlinkedinmail

scritto da in News

Dopo un breve periodo “ad interim”, l’ex vice di Dilma Rouseff, Michel Temer, diventa il 37° presidente della Repubblica del Brasile

Michel TemerSuccessivamente alla destituzione a seguito di impeachment dell’ex-presidente Dilma Rousseff, Michel Temer ha prestato giuramento come 37esimo presidente della Repubblica brasiliana. Occuperà l’incarico dal 31 agosto 2016 al 31 dicembre 2018.
Figlio di immigrati libanesi e laureato in Legge presso la Università Cattolica di São Paulo, Temer fu professore di Diritto Costituzionale e autore di opere giuridiche come “Constituição e Política”, “Territórios Federais nas Constituições Brasileiras e Seus Direitos na Constituinte” e “Elementos do Direito Constitucional”, quest’ultima giunta alla 20ª edizione e 200.000 copie vendute.
Aderì al Partito del Movimento Democratico Brasiliano (PMDB) nel 1974. Nel 1983 Temer fu nominato Procuratore Generale dello Stato di San Paolo. L’anno seguente divenne Segretario per la Sicurezza Pubblica di San Paolo, incarico che tornò a occupare all’inizio degli anni 90.
Alla direzione di tale Istituzione creò la prima Delegazione delle Donne del Brasile dopo aver ricevuto, nel 1985, una Commissione che denunciava le violenze sulle donne e l’omissione delle Autorità verso questi reati. Nel medesimo periodo istituì la Delegazione per la Protezione dei Diritti d’Autore come strumento per combattere la pirateria.
È stato presidente del PMDB e per tre volte presidente della Camera dei Deputati.
Nel 2009 fu indicato dal Departamento Intersindical de Assessoria Parlamentar (DIAP) come parlamentare più influente del Congresso Nacional.

facebooktwittergoogle_pluspinterestlinkedinmail

scritto da in News

Casa BrasilIl Ministero del Turismo brasiliano, nell’ambito delle iniziative riguardanti i Giochi Olimpici e Paralimpici Rio 2016, organizzerà due seminari con incontri B2B sulle opportunità di investimenti nel settore del turismo in Brasile. Gli eventi si svolgeranno il 12 settembre e avranno luogo presso la Casa Brasil, Piazza Mauá, a Rio de Janeiro.

Il primo seminario “Orizzonti del Turismo in Brasile – Prospettive e Nuove Frontiere”prevede la partecipazione di autorità e esperti che tratteranno le opportunità per lo sviluppo dell’economia del turismo. Il seminario si svolgerà dalle ore 10 alle 12:15 e sarà seguito da un pranzo di lavoro.

Il secondo seminario “Opportunità degli Investimenti nel settore del Turismo” prevede la partecipazione di rappresentanti degli Stati e dei Municipi brasiliani del settore alberghiero, parchi, centri congressi/eventi. Il seminario avrà inizio alle ore 14:00 e si concluderà con un cocktail.

Per ulteriori informazioni e confermare la propria partecipazione, contattare inviare una mail all’indirizzo investimento@turismo.gov.br.

Ufficio di Promozione Commerciale, Investimenti e Turismo dell’Ambasciata del Brasile in Italia

facebooktwittergoogle_pluspinterestlinkedinmail

scritto da in News

Vespa PiaggioLa Piaggio sta sbarcando nuovamente in Brasile con un piano di affari che prevede inizialmente l’apertura di concessionarie e successivamente l’inizio della produzione locale dei suoi scooters.

Entro la fine dell’anno gli scooters Vespa (una versione speciale con la firma della griffe Armani è tra i modelli che arriveranno in Brasile) e Piaggio cominceranno ad essere importati e commercializzati da una concessionaria della zona sud della capitale paulista e successivamente saranno inaugurati negozi a Rio, Curitiba e Brasilia.

A partire dal 2017 gli scooters della Piaggio cominceranno ad essere assemblati in Brasile. Gli investitori stanno negoziando la terziarizzazione della produzione in una fabbrica del polo industriale di Manaus prendendo esempio dalle italiane Ducati e MW Augusta, montate dalla linea Dafra a partire da componenti importati dall’Europa. L’obiettivo della Piaggio è rispondere, nell’arco di cinque anni, al 10% del consumo nazionale di moto, per un numero di circa 100 mila unità per competere con Yamaha e Honda.

Tale fiducia viene dalla posizione leader della Piaggio in Europa con il 15% delle vendite e dalla precedente presenza in Brasile negli anni ´80 quando la Vespa raggiunse l’11% delle vendite del mercato.

Fonte: ICE SAN PAOLO

facebooktwittergoogle_pluspinterestlinkedinmail

scritto da in News

havaianas eyewearDopo aver ampliato la propria linea di calzature con modelli che vanno oltre le infradito, l’impresa brasiliana Havaianas lancia la prima collezione di occhiali da sole. Con 4 modelli realizzati in partnership con l’italiana Safilo la collezione arriva nei negozi Havaianas a partire dal mese di agosto con prezzi che vanno dai 199,00 ai 399,00 R$ (circa 56 a 114,00 Euro).

I modelli battezzati con i nomi delle famose città brasiliane: Rio, Trancoso, Paraty e Noronha, oltre alla linea speciale in omaggio al Brasile con i colori della bandiera nazionale – presentata prima delle Olimpiadi-, gli occhiali saranno prodotti con materiali come la gomma, l’acetato e il poliammide trasparente seguendo gli standards di flessibilità caratteristici del marchio. Sono due le versione disponibili, una per gli adulti e una per i junior ed ogni modello è stato battezzato con i nomi di famose spiagge brasiliane ed in più è stato creato un modello con i colori della bandiera brasiliana. Le lenti offrono protezione UVA/UVB nei colori nero, marrone e specchio e gli astucci sono in neoprene colorato.

Fonte: ICE SAN PAOLO

facebooktwittergoogle_pluspinterestlinkedinmail

EXPOINTER 2016

Ago
2016
25

scritto da in News

Expointer 2016

La Fiera

Expointer incontra gli agricoltori, studenti di veterinaria, agronomia e allevamento animale, aziende, forniture, macchinari, integratori, gli allevatori e gli altri a mostrare le ultime novità e tendenze del settore. Oltre all’esposizione commerciale, la rassegna propone seminari tecnici, macchine show, prove e aste animale, mostra di artigianato e concorsi eventi culturali.

Settori

  • Fattoria
  • Giardinaggio
  • Agricoltura
  • Allevamento
  • Macchine Agricole
  • Mostre animali
  • Pesca
  • Sementi
facebooktwittergoogle_pluspinterestlinkedinmail

scritto da in News

È il ministro Antonio Bernardini il nuovo Ambasciatore d’Italia a Brasilia. Appena nominato dal Governo Ambasciatore dell’Italia in Brasile. Antonio Bernardini, ha ottenuto questo prestigioso incarico a coronamento di una lunga e brillante carriera diplomatica che lo ha portato in giro per il mondo a rappresentare l’Italia nelle ambasciate, ma anche in diverse Istituzioni internazionali.

Antonio BernardiniSono onoratissimo di iniziare questo nuovo incarico in Brasile, quinto Paese più grande al mondo. Ricco di risorse naturali con attività agricole e industriali di grande rilevanza, il Paese in questi ultimi anni ha conosciuto una crescita economica importante e nonostante le difficoltà degli ultimi mesi, mantiene inalterato il suo grande potenziale. Un Paese così importante merita la massima attenzione da parte dell’Italia, anche per il fatto che in Brasile vive una numerosissima comunità di italiani. L’Ambasciata, insieme alle altre istituzioni pubbliche presenti in Brasile (ICE, SACE ecc.) ha come mandato quello di promuovere i nostri prodotti e gli interessi delle imprese italiane. E’ questa certamente una priorità del mio mandato. Sono presenti centinaia di aziende italiane, alcune di esse da diverse decine di anni. Nonostante la crisi economica abbia determinato una diminuzione dell’interscambio commerciale, restiamo fiduciosi sulle potenzialità del mercato brasiliano. I miei contatti con il mondo imprenditoriale italiano presente in Brasile confermano il giudizio e le aspettative positive delle nostre imprese per questo importante mercato e le imminenti Olimpiadi rappresentano un’eccezionale opportunità per il Paese che li ospita. Il Brasile ha dato prova di grandi capacità organizzative con i Mondiali di calcio e sono certo che le Olimpiadi saranno un’ulteriore conferma di quanto i brasiliani sono in grado di fare.  Anche l’Italia farà la sua parte,  come ha voluto sottolineare il nostro Ministro Paolo Gentiloni, ci presenteremo a Rio come sistema paese, con i suoi punto di forza, con la reputazione, come un paese integrato. L’Italia proporrà infatti una programmazione integrata, unica nella storia della sua partecipazione ai Giochi Olimpici: archeologia, arte contemporanea, promozione commerciale, sport, cucina, Casa d’Italia. Inoltre, una particolare attenzione verrà rivolta per aiutare i nostri connazionali che saranno a Rio de Janeiro con un numero d’emergenza. Sarò presente a Rio sia durante i giochi olimpici che alle para olimpiadi di settembre per sostenere i nostri atleti. Sono molto contento di sapere che, nel solco del grande Mennea, ci saranno degli atleti della mia Città Barletta. Tra essi c’è Veronica Inglese, una promettente ragazza di Barletta alla quale va tutto il mio incoraggiamento. Forza Italia.

UNA LUNGA E AVVINCENTE CARRIERA CORONATA DA QUESTO ULTIMO PRESTIGIOSO INCARICO. Antonio Bernardi, inizia la carriera diplomatica nel 1984 occupandosi delle collettività degli italiani all’estero. La sua prima destinazione all’estero avviene nel 1987, a New Delhi, India. Dopo quasi tre anni nella capitale indiana, viene inviato alla Rappresentanza presso le Organizzazioni Internazionali di Ginevra. Anni molto interessanti e formativi dedicati ai negoziati commerciali dell’Uruguay Round che portarono anche alla creazione dell’Organizzazione Mondiale del Commercio. Poi di nuovo a Roma e ripartenza nel 1997 per Tokyo, dove ha diretto l’ufficio commerciale dell’Ambasciata e poi a New York alla Rappresentanza italiana presso le Nazioni Unite. Tornato a Roma nel 2005 è stato il Consigliere diplomatico del Ministro dell’Ambiente sia con il Governo Prodi sia con quello Berlusconi. Dal 2010 di nuovo a New York, questa volta come Vice Rappresentante Permanente all’ONU, accreditato come Ambasciatore. Tornato a Roma alla fine del 2013, ha ricoperto la carica di Vice Segretario Generale del Ministero degli Affari Esteri fino alla nomina di Ambasciatore d’Italia in Brasile.

facebooktwittergoogle_pluspinterestlinkedinmail

scritto da in News

Lo Stato di Santa Catarina presente anche quest’anno al Salone Nautico di Genova

mane_calendaDurante il Salone Nautico di Genova, lo Stato di Santa Catarina ha presentato la seconda edizione della Fimar-Fiera Internazionale dell’Economia del Mare Italia-Brasile – che si svolgerà dal 4 al 7 Maggio a Itajaì, importante polo nautico e già palcoscenico di due tappe della Volvo Ocean Race.

La presentazione della Fimar avvenuta in occasione del Convegno “La Nautica in Santa Catarina (Brasile)”, è stata introdotta dal Vice Presidente di Ucina Alberto Razzeto e Paolo Lemma dell’Agenzia ICE, che hanno illustrato le potenzialità dello Stato di Santa Catarina nel settore della nautica. Hanno fatto seguitogli interventi di Domenico Calabria, Rappresentante del Governo di Santa Catarina per la Nautica con l’Italia, Carlo Capria della Presidenza del Consiglio dei Ministri, Luigi Giannini di Federpesca, Matteo Dusconi di Assonautica, alcuni “ospiti brasiliani” che per quattro anni consecutivi sono stati presenti al Salone di Genova, e un nutrito numero di imprese partecipanti ai B2B in Fiera, guidate dal Presidente di Acatmar Leandro Mané Ferrari.

Superando la concorrenza di altri Paesi interessati a questo grande mercato, la Fimar è l’unica fiera dedicata all’economia del mare italiana e brasiliana. La Fimar è il risultato degli accordi firmati tra il governo italiano, attraverso il Ministero dello Sviluppo Economico Italiano, Ucina ed il Governo di Santa Catarina.

Così come ha confermato il Vice Ministro Carlo Calenda, in occasione della visita allo stand di Santa Catarina: “Fimar, la prima fiera internazionale dell’economia del mare Italia-Brasile, rappresenta un risultato concreto degli accordi firmatitra il governo italiano, attraverso il MiSE, Ucina ed il Governo di Santa Catarina. La seconda edizione che si svolgerà il prossimo anno nella città di Itajaí, permetterà ancora una volta alle nostre imprese di settore, di cogliere ulteriori opportunità in questo grande mercato che è il Brasile”.

Oltre al Vice Ministro Carlo Calenda, lo stand di Santa Catarina e lo spazio dedicato alla Fimar, è stato visitato da altri rappresentanti delle Istituzioni Italiane, tra questi: Francesca Baracciu, sottosegretario del Ministero del Turismo Italiano; Carla Demaria, Presidente di Ucina; Matteo Dusconi, diAssonautica; Giovanni Vetritto e Carlo Capria della Presidenza Consiglio dei Ministri; Roberto Rocca del Ministero Beni Culturali e Turismo.

La Fimar è organizzata dalla associazione Brazil Planet, con il supporto del Governo Italiano e il GoversoCaterinense, in collaborazione con Ucina, Assonautica Italiana e Acatmar-Associazione Nautica di Santa Catarina per il Brasile.

La partecipazione italiana è assistita dalla Agenzia Ice, con un “Punto Italia”, luogo di accoglienza e di informazioni per operatori e visitatori, a dimostrazione del ruolo importante svolto dalla nautica italiana sullo scenario mondiale.

facebooktwittergoogle_pluspinterestlinkedinmail

scritto da in News

Il Brasile potrebbe alzare ancora una volta i tassi domani per contrastare un’inflazione in continua crescita. L’economia del paese purtroppo peggiora

Cristo RedentorDomani sapremo se per la sedicesima volta in poco più di 2 anni, il governatore della banca centrale del Brasile, Alexandre Tombini, alzerà i tassi. Lo credono gli analisti, che scommettono su un aumento del Selic di 50% dal 13,75% attuale al 14,25%. Lo segnalerebbero anche i traders. E come dare loro torto, se il real ha perso il 21% dall’inizio dell’anno, attestandosi a un cambio di oltre 3,65 contro il dollaro, il livello più alto dal 2003. Non va meglio con l’inflazione, salita al 9,25%, quando l’obiettivo dell’istituto è del 4,5% annuo con un margine di tolleranza del +/- 2%.

Il punto è che quando la stretta monetaria iniziò nell’aprile del 2013, l’inflazione era al 6,5%. In sostanza, non solo la lunga serie di rialzi dei tassi non ha avuto alcun  effetto positivo sui prezzi, ma al contrario questi hanno continuato a salire. E l’apparente contraddizione si spiega proprio con il tonfo del reale, che negli ultimi 24 mesi ha perso un terzo del suo valore contro il dollaro, surriscaldando l’inflazione, attraverso la crescita del costo dei beni importati.

facebooktwittergoogle_pluspinterestlinkedinmail

scritto da in News

Viaggi illimitati in Brasile a partire da 299 dollari.

Azul's Brazil Air PassE’ la proposta fatta da Azul, compagnia aerea brasiliana, che fino al 30 novembre propone il suo “Brazil Air Pass” che consente 10 o 21 giorni di voli senza limite tra oltre 100 destinazioni brasiliane. Il pass è acquistabile nelle 2 versioni (299 dollari per 10 giorni o 399 dollari per 21 giorni) fino al 30 novembre mentre il viaggio deve essere completato entro il 15 dicembre 2015.

La notizia un po’ meno buona è che non sarà facilmente ottenibile dall’Italia: l’acquisto del pass è subordinato all’acquisto di un volo Azul con origine dagli Stati Uniti per il Brasile (o in code-share tramite United Airlines) mentre gli unici canali abilitati alla vendita sono le agenzie di viaggi statunitensi e il canale telefonico della compagnia aerea. Tutte le info sul pass sono sul sito http://www.voeazul.com.br/en/airpass.

Molto interessante anche la formula dell’offerta “All you can flight“: se avrà successo e sarà sostenibile altre compagnie potrebbero imitare Azul e inserire la tariffa non più come occasione una tantum ma come tariffa da listino.

facebooktwittergoogle_pluspinterestlinkedinmail

scritto da in News

E con grande onore e soddisfazione che ASSOIBRA annuncia l’accordo di collaborazione con “Associazione Andrea Pescia – Per i bimbi del Brasile”.

Associazione Andrea Pescia - Per i bimbi del BrasileL’Associazione ONLUS “Andrea Pescia – Per i Bimbi del Brasile” è stata fondata il 10 marzo 2006 su iniziativa dei genitori di Andrea Pescia e di alcuni loro cari amici, in seguito alla scomparsa del figlio avvenuta in circostanze particolarmente tragiche a Fortaleza, nello stato di Cearà in Brasile il 10 febbraio 2006. Andrea viveva da diversi anni a Fortaleza dove lavorava, studiava, si era creato una famiglia ed era diventato papà di Andrè nel gennaio del 2002.

Andrea Pescia amava molto i bambini e coltivava il sogno di realizzare qualcosa di importante per i Bimbi poveri e disadattati di Fortaleza. Oggi la nostra associazione si occupa di portare avanti il sogno di Andrea per garantire un aiuto concreto ai bambini di Fortaleza che ne hanno più bisogno.

Il miracolo avviene, ancora, nel mese di marzo di tre anni dopo, nel 2009, con la nascita della “ESCOLA ANDREA PESCIA”.

La struttura è stata messa a nuovo dagli stessi abitanti della Favela Garibaldi dove è ubicata, in località Serrinha, vicino a Fortaleza.

Accoglie 161 Bimbi ( dato 2014 ) di età tra i 3 e 5 anni con un Doposcuola per i più grandicelli, in locali ampi e puliti dove i piccoli trovano cure, istruzione, cibo, giochi e tantissimo Amore. Nel 2013 abbiamo aperto un Doposcuola per i più grandicelli ( 11-12 anni ) perché rimangano in ambiente protetto sino a sera e con un buon pasto e tranquillità per studiare.

Con il PROGETTO PANDA ( vedi nelle Iniziative – Progetti ) porteremo nel 2015 a 200 il numero dei Bimbi per la gioia delle famiglie della Favela Garibaldi.

Da GENNAIO 2015 i Bimbi hanno superato il numero di 200 !!!

Una Escola nella Favela un vero piccolo grande miracolo!

facebooktwittergoogle_pluspinterestlinkedinmail

scritto da in News

Variopinte proteste con colori nazionale calcio in tutto Paese

Manifestazione contro Dilma Rousseff«Impeachment adesso». Centinaia di migliaia di persone hanno manifestato in tutto il Brasile contro la presidente Dilma Rousseff, la cui popolarità – ridotta ormai ai minimi termini, all’8% – è stata fatta a pezzi dalla crisi economica e dalla corruzione. Gli organizzatori hanno indetto manifestazioni in oltre 200 città, con i primi cortei che si sono messi in marcia nella capitale Brasilia, Belo Horizonte, Recife, Salvador de Bahia e Belem. A Rio de Janeiro, la manifestazione contro il governo si è svolta lungo la spiaggia di Copacabana.

Gli organizzatori hanno puntato su una partecipazione di massa, anche superiore a quelle che avevano richiamato un milione di persone a Marzo e oltre 600 mila ad Aprile. I manifestanti reclamano le dimissioni o l’apertura di un procedimento di impeachment contro la Rousseff, 67 anni, che ha iniziato lo scorso gennaio il suo secondo mandato dopo una difficile rielezione a novembre.

La presidente ha visto crollare all’8% il suo livello di gradimento nel giro di pochi mesi, a causa soprattutto dello scandalo Petrobras, con decine di milioni di dollari in tangenti spediti in Svizzera, in cui è stato coinvolto anche il Partito dei Lavoratori, di cui Dilma è massima esponente. Rousseff nelle ultime due settimane ha cercato di tessere una coalizione che possa garantirle la sopravvivenza politica. Associazioni imprenditoriali, banchieri e alcuni dei grandi media del paese hanno appoggiato i blocchi sociali tradizionalmente fedeli al PT nel contrastare la richiesta di impeachment della destra.

Eppure, la crisi potrebbe diventare ancora più seria se si intensificassero le proteste e gli scioperi per il mancato adeguamento dei salari nell’industria, opportunità negata dall’attuale difficile momento dell’economia brasiliana. La manifestazione di oggi potrebbe segnare uno spartiacque, un prima e un dopo nella storia personale e politica della Rousseff.

facebooktwittergoogle_pluspinterestlinkedinmail

scritto da in News

Il Museu do Café della città brasiliana inaugura il 6 maggio la mostra realizzata in collaborazione con il milanese MUMAC – Museo della Macchina per Caffè

Design EspressoIl Governo dello Stato di San Paolo – Segreteria della Cultura e il Museu do Café di Santos (SP) hanno organizzato, in collaborazione con ilMuseo della Macchina per Caffè (MUMAC) di Binasco (Milano), il Gruppo Cimbali e l’Associazione Brazil Planet, la mostra“Design Espresso”, che verrà inaugurata il 6 maggio presso la sede del Museu do Café.

L’esposizione ripercorre le trasformazioni tecnologiche ed estetiche che hanno visto protagoniste le macchine per caffè espresso dalla loro origine, all’inizio del XX secolo, fino al 1970.
Alla fine del XIX secolo, il caffè era già ampiamente diffuso e consumato nel mondo. Tuttavia, la tecnica e le tecnologie utilizzate per preparare questa bevanda non erano molto cambiate nel corso degli anni: sostanzialmente, si versava l’acqua bollente sul caffè macinato, si lasciava in infusione per alcuni minuti e poi si filtrava. Alla ricerca di nuove tecniche che diminuissero il tempo di preparazione del caffè, vennero così progettate e sperimentate le prime macchine che usavano il vapore per l’estrazione delle bevande. In questo contesto, è stata proprio l’Italia a dare i natali alla prima macchina per caffè “espresso”, una parola che sarebbe diventata parte della cultura e dello stile di vita italiano, e che si sarebbe via via diffusa in tutto il mondo.

La mostra “Design Espresso” presenta al pubblico cinque macchine provenienti dal MUMAC, databili al XX secolo, periodo durante il quale queste macchine vennero via via sviluppate e migliorate. Inoltre, il museo italiano ha donato alcuni libri sul design e alcuni cataloghi di macchine, che saranno esposti nel Centro di Conservazione, Ricerca e Riferimento (CPPR) del Museu do Café – che già ospita una serie di libri e documenti sul caffè e argomenti correlati, disponibili per la consultazione da parte dei visitatori.

Come ha spiegato la coordinatrice tecnica del Museu do Café, Marcela Rezek, obiettivo della collaborazione tra le due istituzioni è quello di presentare le collezioni di altri musei che si occupano di caffè, ma anche“mostrare la relazione tra forma e funzione che è propria del design di queste macchine: un’evoluzione iniziata nel 1905, e che via via ha portato al miglioramento dei progetti delle macchine da caffè espresso, concentrandosi anche sulla tecnologia sviluppata per la preparazione di questa bevanda”.

La mostra “Design Espresso” fa parte delle iniziative promosse nell’ambito della convenzione per il gemellaggio e la cooperazione siglata tra il MUMAC di Binasco e il Museu do Café di Santos, grazie all’intermediazione dell’Associazione BrazilPlanet. La convenzione prevede infatti, tra le altre cose: la promozione e lo scambio di mostre d’arte, di esposizioni di oggetti storici e/o tecnici relativi alla storia del caffè e delle macchine da caffè; la valorizzazione del dialogo tra le diverse manifestazioni artistiche, culturali o popolari, che hanno il fine di preservare la memoria del caffè nella storia italiana e brasiliana; la promozione di attività di ricerca e preservazione del patrimonio culturale relativo alla produzione, al commercio e alla realizzazione del caffè.

Il MUMAC – Museo della Macchina per Caffè (www.mumac.it) è stato inaugurato dal Gruppo Cimbali a Binasco (Milano) nell’ottobre 2012, in occasione delle celebrazioni per il centenario dell’attività dell’azienda. È ospitato in un edificio originariamente destinato a deposito che, dopo due anni di lavoro, è stata trasformata in museo.
La collezione del Museo è composto da 250 pezzi: 200 appartengono a Enrico Maltoni (attualmente il più grande collezionista di macchine da caffè del mondo) e 50 sono di proprietà del Gruppo Cimbali. Oltre alle macchine, il Museo vanta una collezione di 15.000 documenti catalogati, digitalizzati e messi a disposizione del pubblico.

La mostra “Design Espresso” rimarrà aperta al pubblico, presso il Museu do Café di Santos (SP), fino al prossimo 14 luglio.

Per maggiori informazioni: www.museudocafe.org.br

facebooktwittergoogle_pluspinterestlinkedinmail

scritto da in News

Verrà siglato tra Promos Apex Brasile nella giornata di giovedì, in occasione della visita a Milano di David Barioni Neto, Presidente dell’Agenzia e Commissario del Padiglione Brasile

italia-brasile_expoIn occasione della visita a Milano del Presidente di Apex Brasile e commissario del Padiglione Brasile a Expo 2015, David Barioni Neto, la Camera di commercio di Milano, attraverso la sua Azienda Speciale per le Attività Internazionali Promos, sottoscriverà, nel pomeriggio di giovedì 30 aprile, un Memorandum of Understanding con Apex Brasil, Agenzia brasiliana per gli investimenti e il commercio.

L’accordo mira a promuovere le relazioni bilaterali economiche e commerciali tra i due Paesi e favorire il business tra le PMI italiane e brasiliane, in particolare durante Expo 2015. L’accordo permetterà a Camera di Commercio di Milano/Promos, con il supporto di Apex Brasil,di organizzare, nei sei mesi dell’Esposizione Universale, l’incoming di oltre 150 operatori e buyer brasiliani, di svariati settori, che incontreranno imprenditori italiani interessati a sviluppare il proprio business in Brasile.

Grazie all’accordo siglato inoltre, Promos, che è già presente in Brasile dal 1998 con un ufficio a San Paolo, svilupperà ulteriori progetti e attività sul territorio brasiliano con l’obiettivo di sostenere e supportare i processi di internazionalizzazione delle imprese italiane e lombarde attraverso azioni mirate e concrete.

“Col Brasile oggi facciamo un passo avanti significativo per lo sviluppo dei rapporti tra le nostre imprese”, ha dichiarato Luigi Amato Molinari, consigliere della CCIAA di Milano. “Un risultato in cui conta la realizzazione dell’Esposizione Internazionale che si inaugura in questi giorni”.
“Il nostro obiettivo è che Expo 2015 sia anche un’occasione per fare business
 – ha dichiarato Pier Andrea Chevallard, Direttore di Promos. “Stiamo organizzando numerose attività, sviluppando progetti e sottoscrivendo accordi affinché Expo sia un generatore di opportunità per le nostre imprese per consolidare la propria dimensione internazionale o per intraprendere con successo il percorso di internazionalizzazione”.

Nel 2014 l’interscambio tra Lombardia e Brasile ha raggiunto 1,8 miliardi di euro – 1,4 miliardi di export e oltre 400 milioni di import. Prima nelle relazioni risulta Milano, con oltre 600 milioni di export e quasi 210 di import. Per quanto riguarda l’export, seguono Brescia (193 milioni), Bergamo e Varese (oltre 160 milioni), Monza (113 milioni). Tra i settori di interscambio prevale il manifatturiero; si esporta circa mezzo miliardo di macchinari, 183 milioni di prodotti chimici, 167 di metalli, intorno a 100 milioni di trasporti, apparecchi elettrici e farmaceutica.

facebooktwittergoogle_pluspinterestlinkedinmail